Giovedì 23 Gennaio 2020
Obiettivo promuovere l'area archeologica. La città cerca di prepararsi al meglio


Giardini Naxos, parte la stagione croceristica: previsti 129 arrivi fino ad ottobre

07/04/2016 | ATTUALITÀ

1408 Lettori unici

Si inaugurerà ufficialmente domenica 10 aprile con l’attracco della prima nave nell’area portuale di Schisò la stagione crocieristica a Giardini Naxos. Secondo il calendario in possesso del comandante dell’Ufficio locale marittimo della Guardia Costiera, Cosimo Roberto Arizzi, sono al momento 129 gli arrivi di nave previsti da domenica fino alla data del 26 ottobre prossimo, anche se non si escludono allo stesso modifiche ed integrazioni. Un dato in aumento rispetto al flusso registratosi lo scorso anno anche in conseguenza degli ultimi e tristi eventi terroristici che hanno indotto le agenzie marittime a scartare alcuni scali ritenuti pericolosi come ad esempio la Turchia prediligendo rotte più tranquille quale quella di Naxos, anche per l’apprezzata connotazione turistico-culturale.

La città si deve preparare dunque per ricevere al meglio gli “sbarchi” dei turisti cominciando innanzitutto dal decoro della zona, anche se un aspetto per nulla marginale è rappresentato dal fatto che i crocieristi che acquistano il pacchetto con cui faranno effettivamente tappa a Giardini Naxos hanno incluso come destinazione Taormina, così come appare scritto al front-office delle navi da crociera al loro arrivo nella baia giardinese. Un particolare estremamente penalizzante per la cittadina naxiota che spesso si deve fare carico di onerosi servizi da erogare soprattutto dal punto di vista della viabilità e della pulizia senza di fatto avere alcun riscontro. Al loro arrivo, molti dei crocieristi hanno infatti già prenotato escursioni nella vicina Taormina o sull’Etna e direttamente con i bus di vettori privati vengono accompagnati furori dai confini giardinesi.

Dallo scorso anno grazie alla lodevole iniziativa della Pro Loco è stato allestito un info-point che fornisce informazioni utili agli ospiti “sponsorizzando” le attrattive locali e dare un servizio di accoglienza a coloro i quali, e non sono pochi, decidendo di restare in zona sono alquanto spaesati. Anche l’Amministrazione comunale ha intenzione di dare uno scossone alla situazione “coinvolgendo – fa sapere il sindaco Nello Lo Turco – la Soprintendenza al fine di rendere più accessibile ed ad un prezzo agevolato l’ingresso all’area archeologica di Naxos che dista una manciata di metri dal punto di arrivo dei tender, cercando una sinergia anche con i commercianti del luogo in modo tale che ne possano trarre vantaggi”. Altra questione aperta è con il Demanio marittimo a cui spetta la competenza sulla viabilità della zona portuale che nel caso in cui fosse trasferita al Comune potrebbe essere meglio organizzata dal punto di vista della fruizione e della gestione dei parcheggi.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.