Giovedì 22 Agosto 2019
I sindaci ottengono le modifiche richieste per evitare il blocco del traffico


Giro di Sicilia, cambia il percorso in tre comuni: passerà sulla Statale 114

di Andrea Rifatto | 27/03/2019 | ATTUALITÀ

2163 Lettori unici

Il passaggio del Giro d'Italia nel 2017 a S. Teresa

Passerà sulla Strada statale 114 la carovana del Giro di Sicilia, la corsa ciclistica organizzata da “La Gazzetta dello Sport” e “Rcs Sport” che dopo oltre 40 anni torna protagonista dal 3 al 6 aprile, nei comuni di S. Teresa, Furci e Roccalumera, interessati dalla prima tappa, la Catania-Milazzo di mercoledì 3. Le amministrazioni comunali hanno infatti ottenuto lo spostamento del percorso rispetto a quanto stabilito inizialmente dall’organizzazione, che aveva previsto il passaggio dei ciclisti sui lungomari dei tre centri, soprattutto per dare modo di sfruttare le riprese televisive ai fini turistici. Ma il 15 marzo i sindaci Danilo Lo Giudice (S. Teresa), Matteo Francilia (Furci) e Gaetano Argiroffi (Roccalumera) hanno scritto a Questura, Prefettura ed Rcs Sport chiedendo, “per evidenti problemi di viabilità”, che il transito della carovana avvenisse sulla Statale 114, evidenziando come il doppio senso di circolazione sulla Ss 114 avrebbe creato notevoli disagi, “in quanto alcuni tratti non permettono lo scambio tra due mezzi pesanti con evidenti problemi per la pubblica incolumità e inoltre tale tragitto obbliga a vietare la sosta di tutti i veicoli sia sulla Statale che sui lungomare con non pochi disagi”. E sono stati accontentati. Rcs ha infatti inviato il nuovo percorso “modificato secondo le vostre indicazioni”. La manifestazione è stata presentata ieri a Palermo nella Sala Alessi di Palazzo d’Orleans ma i comuni avevano già ricevuto nei giorni scorsi le cronotabelle delle quattro tappe.

La carovana arriverà a S. Teresa, dalla passerella sul torrente Agrò, intorno alle ore 13.55: secondo quanto riportato nella cronotabella i ciclisti scenderanno sul lungomare Giovanni Falcone per percorrere circa 100 metri verso nord e poi risalire subito tramite via Sebastiano Famulari per imboccare la Statale 114, sulla quale rimarranno ininterrottamente fino a Messina, tranne un breve passaggio sul lungomare di Nizza per imboccare la passerella sul torrente che collega ad Alì Terme. Il passaggio sul lungomare Falcone e su via Famulari è l’unica perplessità che rimane, visto che sarebbe più logico che il Giro, uscendo dalla passerella tra S. Teresa e S. Alessio, imbocchi in linea retta via Torrente Agrò sino alla Statale. L’Amministrazione santateresina punta ad affrontare questa circostanza nel corso dell’incontro in programma giovedì alla caserma “Calipari” della Polizia stradale di Messina, convocato per discutere di ordine, sicurezza e vigilanza: “Far proseguire la corsa dritta è quello che abbiamo chiesto fin da subito durante la riunione in Prefettura – evidenzia l’assessore alla Viabilità di S. Teresa, Domenico Trimarchi – quando il prefetto ha sottolineato come il passaggio del Giro di Sicilia sul lungomare fosse un'occasione per far conoscere il territorio. Ma noi abbiamo preferito puntare più sulla sicurezza che su altro”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.