Sabato 07 Dicembre 2019
La querelle per la gestione, ora in mano all'associazione, era sorta un anno fa


Help Center S. Teresa, chiuso il ricorso al Tar tra Penelope e Comune

di Andrea Rifatto | 22/11/2016 | ATTUALITÀ

1514 Lettori unici

L'Help Center di via Colombo

Si è chiuso senza vincitori nè vinti il ricorso pendente dinanzi al Tar di Catania per la gestione dell’Help Center di S. Teresa di Riva. I giudici della Terza Sezione (Gabriella Guzzardi presidente, Maria Stella Boscarino consigliere estensore e Giuseppa Leggio consigliere) si sono definitivamente pronunciati sulla vicenda con una sentenza che dichiara improcedibile il ricorso per sopravvenuta carenza di interesse. Sia l’associazione Penelop, difesa dall'avv. Salvatore Giambò, che il Comune, rappresentato dall'avv. Carmelo Moschella, con memorie depositate il 28 e 31 ottobre, hanno infatti hanno rappresentato che l’associazione, in seguito alla partecipazione alla procedura di gara indetta dall’Ente santateresino, è risultata aggiudicataria dell’appalto per la gestione dei servizi rivolti a minori, disabili, immigrati e alla popolazione svantaggiata, erogati presso la struttura di via Colombo, e in conseguenza di ciò lo scorso 10 marzo è stato stipulato con il Comune il relativo contratto. Poiché la Penelope risulta avere conseguito il bene oggetto della controversia, le parti hanno quindi chiesto l’adozione di una pronuncia di cessazione della materia del contendere, o, comunque, di sopravvenuta carenza di interesse al ricorso, con integrale compensazione delle spese. Richieste accolte dai giudici amministrativi. Per la difesa nel ricorso il Comune di S. Teresa aveva impegnato a ottobre 2015 la somma di 5mila 836 euro. 

La querelle sulla gestione della struttura era stata avviata lo scorso anno dall’associazione Penelope, che nel 2010 aveva partecipato insieme al Comune alla co-progettazione finalizzata al finanziamento del progetto per la riqualificazione e ristrutturazione dell’ex centro di collocamento di via Colombo e che in ragione dell'attività pregressa e dell'apporto specifico e specialistico fornito alla progettazione, era stata individuata sin dall'origine ed inserita nel progetto presentato alla Regione in qualità di ente attuatore e gestore del progetto. Nel maggio 2015, però, l’attuale Amministrazione aveva deciso di approvare un atto di indirizzo per l'affidamento della gestione, con procedure concorrenziali, dell'Help Center. A seguito della delibera, la Penelope aveva deciso quindi di presentare ricorso al Tar contro il Comune e l’assessorato regionale della Famiglia e delle Politiche sociali spiegando le ragioni per le quali le spettava l'affidamento della gestione. Nel luglio dello scorso anno il Comune di S. Teresa Riva aveva poi deciso di richiedere all'assessorato regionale un parere e successivamente aveva pubblicato un avviso esplorativo per la partecipazione a una procedura negoziata per l'affidamento della gestione della struttura, vinta poi dalla Penelope.

Più informazioni: help center santa teresa  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.