Martedì 22 Ottobre 2019
Oggi l'apertura della nuova struttura con la proiezione di 'Quo Vado'


Il Cinema Vittoria di Alì Terme riapre e... raddoppia

06/02/2016 | ATTUALITÀ

4233 Lettori unici | Commenti 1

La nuova sala del Cinevittoria

Dopo circa dieci mesi di lavori caratterizzati dalla demolizione del vecchio edificio e la costruzione di una nuova struttura su due piani, costituita da una sala di 163 posti a piano terra, già agibile, e un’altra, scoperta, una sorta di arena all’aperto da 150 posti dove i lavori sono ancora in corso e proseguiranno tutti i giorni nelle ore antimeridiane, gli appassionati cinefili di tutto il comprensorio da questa sera alle 18 potranno nuovamente trascorrere i loro pomeriggi e le loro serate al Cinema Vittoria di Alì Terme, fruendo della visione di film, retrospettive, cineforum, eventi speciali, opere e balletti dai più importanti teatri del mondo. La famiglia De Luca, che gestisce da anni il cinema, sopportando sforzi economici non indifferenti, va dunque in controtendenza: mentre si rincorrono in tutta Italia le notizie di chiusure di vecchi cinema e di sale storiche, ad Alì Terme invece si raddoppia.

Una nuova struttura a cui oltre ai materiali tecnici di prim’ordine, che hanno consentito la totale digitalizzazione della sala che può tranquillamente competere con le tecnologie in uso nelle multiplex, si aggiungono gli arredamenti, in primis parquet e pannelli laterali effetto onda con guide led verticali e orizzontali rasenti a terra e un impianto acustico/video di gran lunga migliorato, oltre ai servizi igienici totalmente rinnovati. Il primo film del nuovo corso sarà “Quo Vado” di Checco Zalone, proiettato oggi alle ore 18.00, 20.00 e 22.00, mentre è stata annunciata anche la ripresa del Cineforum, che dovrebbe partire mercoledì 24 febbraio con una rassegna di dieci film provenienti dai più importanti festival cinematografici e dalle importanti tematiche sociali e storiche. Alì Terme torna così ad essere l’unica realtà ad ospitare una sala cinematografica (e presto saranno due) nel territorio compreso tra Messina e Fiumefreddo di Sicilia, visto che neanche Taormina, sede di un festival cinematografico, ne dispone alcuna.

Più informazioni: cinevittoria  


COMMENTI

Alicia Maksimova | il 06/02/2016 alle 17:21:36

Grande! Auguri e complimenti! Il cinema e' una parte importantissima della cultura moderna! http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/catania/arte_e_cultura/16_gennaio_13/shakespeare-siciliano-docufilm-ripercorre-l-affascinante-ipotesi-5daf1bd6-ba0a-11e5-8e0e-8637cbf3cc51.shtml

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.