Venerdì 19 Aprile 2019
Primo viaggio del bus scoperto con l'assessore regionale al Turismo Anthony Barbagallo


Inaugurato il "Godfather Tour”, linea turistica da Letojanni a Casalvecchio

di Andrea Rifatto | 15/05/2016 | ATTUALITÀ

2938 Lettori unici

L'assessore Barbagallo con gli amministratori davanti al bus

Creare una nuova aggregazione turistica per tutto il comprensorio jonico puntando allo stesso tempo a dar vita ad un’importante continuità territoriale con il territorio taorminese. Sono gli obiettivi della nuova linea turistica regionale denominata “The Godfather Tour”, che collega i comuni di Letojanni, Forza d’Agrò, Sant’Alessio Siculo, Savoca e Casalvecchio Siculo, inaugurata ieri a Letojanni alla presenza dell’assessore regionale al Turismo Anthony Barbagallo. Un itinerario che sarà possibile percorrere a bordo di un bus scoperto che effettuerà delle fermate in corrispondenza di siti particolarmente interessanti dal punto di vista turistico, dove i passeggeri avranno la possibilità di scendere per una breve sosta dopo aver ammirato beni architettonici, scorci caratteristici e panorami mozzafiato rimanendo comodamente seduti godendo a bordo del mezzo, con la possibilità di ascoltare tramite cuffie un commento disponibile in sei lingue diverse (italiano, inglese, francese, spagnolo, tedesco e russo). L’iniziativa è stata avviata dal Consorzio di promozione turistica Val d’Agrò in collaborazione con i cinque Comuni coinvolti, il Gal Terre dell’Etna e dell’Alcantara, l’Associazione Albergatori di Sant’Alessio e altri partner privati, che hanno manifestato la volontà di valorizzare le attrattive turistiche e in particolare i luoghi più significativi che si trovano lungo il percorso stradale che collega i rispettivi territori comunali, facendo sì che il servizio potesse estendersi anche al di fuori del comprensorio taorminese, dove è già attivo da tempo. Al taglio del nastro inaugurale al terminal bus di piazza Cagli, oltre a Barbagallo, erano presenti per Letojanni il sindaco Alessandro Costa, il vicesindaco Eugenio Bonsignore, l’assessore Teresa Rammi, il presidente del Consiglio Antonio Riccobene, i sindaci Rosa Anna Fichera (Sant’Alessio), Marco Saetti (Casalvecchio),  Orlando Russo (Castelmola) e il vicesindaco di Forza d’Agrò Massimo Cacopardo.
Il servizio, denominato City By See, è gestito dalla Maicor Group, rappresentata ieri dai manager Angelo Maimone e Giuseppe Corsaro, società che organizza tour con autobus scoperti nelle maggiori città siciliane, con sedi a Catania e Taormina, che ha predisposto il giro turistico con partenza da Letojanni e arrivo a Casalvecchio, attraversando gli altri tre comuni durante il tragitto di andata e ritorno, prima di fare rientro nella cittadina letojannese. Dopo il taglio del nastro a Letojanni, il bus è partito per il suo primo viaggio lungo l’itinerario di “The Godfather Tour”, raggiungendo i centri di Forza d’Agrò, Sant’Alessio, Savoca e Casalvecchio per un brindisi con gli amministratori locali nelle principali piazze cittadine.

Il tour a bordo del bus turistico durerà complessivamente 90 minuti, con partenza ogni 120 minuti da Letojanni alle ore 9.30, 11.30, 13.30 e 15.30. Dal terminal bus di Letojanni il mezzo scoperto partirà imboccando la Statale 114, facendo la prima fermata alle fornaci di calce nel territorio di Forza d'Agrò: proseguirà poi verso Sant'Alessio, dove i turisti potranno scendere a visitare lo storico quartiere di mezzo e Villa Genovesi; tappa successiva a Casalvecchio Siculo, con fermata in piazza Dei Caduti. Al ritorno i passeggeri sosteranno in piazza Fossia a Savoca, dove potranno visitare i luoghi simbolo che hanno ospitato le riprese del celebre film "Il Padrino", girato anche a Forza d'Agrò. Poi nuova tappa nel quartiere di mezzo e a Villa Genovesi nella cittadina del Capo, da dove il bus raggiungerà Forza d'Agrò con sosta in piazza Largo Piano prima di fare ritorno a Letojanni, dove a chiusura del tour sono previste tre fermate: Hotel Antares, incrocio tra le vie S.M. Goretti e M. Garufi e terminal bus. Il servizio rimarrà attivo fino al 31 ottobre, specialmente in concomitanza di manifestazioni turistiche o particolari festività. I Comuni non dovranno sostenere alcun costo in quanto le spese saranno coperte con i biglietti pagati dagli utenti.

Più informazioni: bus scoperto  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.