Domenica 15 Dicembre 2019
Prefettura e Regione gestiranno le informazioni. Situazione ambientale sotto controllo


Incendio Raffineria di Milazzo, costituita l'unità di crisi

02/10/2014 | ATTUALITÀ

1263 Lettori unici

In atto la combustione dei residui in fondo al serbatoio

Si è tenuto questa mattina in Prefettura a Messina un incontro, presieduto dal prefetto Stefano Trotta, allo scopo di fare il punto della situazione conseguente all’incendio verificatosi sabato scorso alla Raffineria Mediterranea di Milazzo, verificare la piena efficienza dello strumento di pianificazione di emergenza e ottimizzare la risposta dei vari organismi coinvolti. Alla riunione, svoltasi alla presenza dell’assessore regionale al Territorio e dell’Ambiente, Piergiorgio Gerratana, hanno partecipato le componenti statali e regionali coinvolte, nonché il Commissario straordinario della Provincia di Messina, Filippo Romano, i sindaci dei comuni del comprensorio interessato dall’evento e il direttore  della Raffineria.
In apertura dell’incontro, sia il direttore dell’impianto sia il comandante provinciale dei Vigili del Fuoco hanno dato ampia assicurazione circa la positiva evoluzione del fenomeno; in particolare è stato comunicato che è in atto una combustione dei residui depositati in fondo al serbatoio. Il fenomeno è attentamente monitorato ed è da considerarsi del tutto fisiologico e in via di esaurimento. Anche il rappresentante dell’Agenzia Regionale Protezione Ambiente ha confermato la prosecuzione del monitoraggio e rassicurato circa il livello dei valori della qualità dell’aria. Ha fatto presente, inoltre, che sono in corso le analisi dei campioni prelevati relativi ai terreni, i cui risultati richiedono tempi maggiori.
Successivamente sono stati esaminati alcuni aspetti critici emersi a seguito dell’evento, e si è convenuto che qualche mancanza di sintonia ha riguardato il sistema della comunicazione, in una situazione peraltro di emergenza  eccezionale. Il prefetto Trotta, d’intesa con l’assessore Gerratana, ha disposto la costituzione di una unità di crisi, che d’intesa con l’assessorato regionale, avrà sede in Prefettura e che curerà, tra l’altro, i vari aspetti relativi alla comunicazione. Sarà utilizzato quale collettore di informazioni il sito eventipa.it, già attivato dall’Ufficio territoriale del Governo, al fine di veicolare le informazioni agli amministratori locali per la successiva corretta comunicazione ai cittadini.
É stato chiesto, inoltre, al rappresentante del governo regionale di procedere ad un più puntuale riesame delle aree interessate dall’incidente e potenzialmente esposte al rischio. I sindaci presenti hanno diffusamente rappresentato le situazioni dei vari territori e auspicato informazioni univoche. Gli stessi sono stati invitati alla redazione e/o all’aggiornamento della pianificazione di protezione civile comunale. Il Prefetto ha peraltro fatto presente che nella redigenda pianificazione provinciale di protezione civile avrà la priorità assoluta il comprensorio interessato dall’evento.

Più informazioni: incendio raffineria milazzo  

Articoli correlati

 

 

 

 

 

 

 

 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.