Mercoledì 18 Settembre 2019
Incontri di lettura alla Feltrinelli di Messina organizzati dal gruppo Graziella Campagna


"Dov'è finita l'agenda rossa di Paolo Borsellino?"

di Redazione | 04/03/2015 | ATTUALITÀ

2273 Lettori unici | Commenti 1

Dov'è finita l'agenda rossa di Paolo Borsellino? Un mistero che ancora oggi, a distanza di quasi 23 anni dall'attentato in cui perse le vita il giudice palermitano, rimane irrisolto. Il tema sarà al centro di una serie di incontri di lettura organizzati presso la libreria Feltrinelli di Messina (in via Ghibellina, 32) dal movimento Agende Rosse – "Gruppo Graziella Campagna”. Si comincia domani, 5 marzo, con la partecipazione via Skype di Marco Bertelli, del direttivo nazionale Agende Rosse. Il 26 marzo il collegamento sarà invece con Salvatore Borsellino, fratello del giudice assassinato il 19 luglio del 1992. Il 9 aprile si confronteranno i gruppi delle Agende Rosse di Palermo (con Rosanna Melilli, Linda Grasso, Maria Pecoraro, Ferdinando Domè e Laura Borruso), di Trapani (con Roberta Gatani) e di Bergamo (con Giovanna Pedroni). Il 23 aprile, infine, parteciperanno all'incontro il direttore del periodico “Antimafia Duemila”, Giorgio Bongiovanni, e i movimenti Agende Rosse di Agrigento (con Pietro Sicurelli, Francesco Messina, Alfonso Cusumano, Savino Cristiano e Salvatore Lo Presti) e di Catania (con Alfia Milazzo, Alfio Platania, Giorgio Barbagallo e Dafne Darvey). Gli incontri si terranno dalle 16.30 alle 18.30. Per info: agenderossemessina@gmail.com

"La mafia: conoscerla per combatterla"
Lunedì 9 marzo, presso l'aula Cannizzaro del Rettorato dell'Università di Messina, ELSA Messina-European Law Students'Association ed il movimento Agende Rosse di Messina "Gruppo Graziella Campagna" hanno organizzato una doppia conferenza dal titolo "La Mafia: conoscerla per combatterla". La mattina, alle ore 10.30, si comincerà con la conferenza organizzata da ELSA Messina: “La “verità” del collaboratore di giustizia”, un’analisi della figura del collaboratore di giustizia all'interno del quadro normativo di riferimento. Relazioneranno: il dott. Verdirame, ricercatore di esecuzione penale; l’avv. Ugo Colonna; il dott. Fabio D’Anna, sostituto procuratore generale presso la Procura di Caltanissetta. Alle ore 15, invece, si terrà la conferenza del movimento Agende Rosse: “Il mafioso tra lo stereotipo e la dimensione umana”, che consisterà in un’analisi del fenomeno mafioso alla luce del trattamento sanzionatorio vigente e relative ripercussioni psicologiche in ambito sociale e carcerario. Relazioneranno: l’avv. Carmela Pezzimenti, dottoranda di ricerca in Scienze Giuridiche, su “Il regime detentivo speciale del 41-bis: una “tortura democratica” necessaria?”; il dott. Enrico Interdonato, psicologo “Comitato Addiopizzo Messina Onlus” che si concentrerà sul tema: “Liberi di scegliere”: alternative di vita per i figli di famiglie di ‘ndrangheta”.

Più informazioni: movimento agende rosse  


COMMENTI

Pippo Sturiale | il 06/03/2015 alle 17:52:00

Quante cose non si sanno in questa Italia cosidetta democratica! "Democratica" allora e ... "democratica" ora. L'agenda era importante che non finisse in mani "indiscrete"!

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.