Lunedì 27 Maggio 2019
Determinazione nel neo Comitato di Quartiere. Oggi si concludono gli insediamenti


S. Teresa. "Misserio e Fautarì devono risorgere"

di Andrea Rifatto | 27/07/2013 | ATTUALITÀ

2577 Lettori unici

I componenti del comitato con il sindaco e il presidente del consiglio

Si è insediato ieri sera in Piazza Padano a Misserio il Comitato di Quartiere Misserio-Fautari, alla presenza degli amministratori comunali e dei cittadini delle due frazioni. Il comitato ha preso atto che presidente dell'organo sarà Patrizia Triolo, la più votata lo scorso 30 giugno; si è proceduto quindi con le operazioni di voto che hanno visto eletto come vicepresidente Francesco Chillemi, mentre segretario sarà il giovane Giuseppe Tamà, entrambi eletti all'unanimità (8 voti, assente Antonino Briguglio). La presidente Triolo ha preso la parola spiegando come negli anni Misserio e Fautarì siano state sempre più trascurate, al punto che anche le necessità più semplici sono diventate un miraggio irrealizzabile. "Il comitato dovrà essere un luogo di confronto e condivisione di progetti, dando la possibilità ai cittadini di essere i protagonisti delle scelte politiche", ha dichiarato Patrizia Triolo: "Misserio e Fautarì hanno bisogno di nuove idee per far rinascere queste realtà, tramite la partecipazione attiva di tutti gli abitanti". Messa in sicurezza del cimitero, cantieri di lavoro, sistemazione di alcune vie e dell'impianto di illuminazione pubblica: questi alcuni punti toccati dalla presidente nel segnalare la situazione di Misserio e Fautarì, con una interessante proposta: si inizi dalle frazioni a sperimentare il servizio di raccolta differenziata porta a porta, per poi estenderlo a tutto il territorio comunale. E' intervenuto poi Salvatore Stopo, componente del comitato, che ha auspicato che l'Amministrazione comunale coivolga il Comitato di Quartiere in tutte le scelte operate nei confronti di Misserio e Fautarì, spiegando come a breve termine si possa intervenire sull'arredo urbano e sulla viabilità, sul miglioramento del servizio di trasporto pubblico e sull'ammodernamento della rete idrica. Altri importanti temi affrontati da Stopo sono la revisione delle rendite catastali di edifici e terreni, così da avere costi di costruzione ed oneri di urbanizzazione adeguati al reale valore degli edifici, sistemazione dell'area verde a valle di piazza San Vito e interventi di ripristino delle difese idrogeologiche del territorio. Il comitato è composto inoltre da Carmelo Catania, Antonino Briguglio, Giuseppe Piani, Giuseppe Micalizzi e Marco Foti. Il presidente del Consiglio Comunale Danilo Lo Giudice è intervenuto brevemente per augurare buon lavoro ai nuovi eletti, ringraziando tutti i cittadini per la partecipazione oltre le aspettative e affermando che tutte le richieste delle due frazioni saranno ascoltate, tramite il comitato, dall'Amministrazione comunale, spesso non a conoscenza dei disagi che gli abitanti di Misserio e Fautarì vivono ogni giorno. "Il Comitato di Quartiere deve essere determinato a risolvere i problemi delle frazioni con un clima di serenità e collaborazione, superando ogni scetticismo e distacco" ha affermato Lo Giudice. Ha chiuso l'insediamento l'intervento del primo cittadino Cateno De Luca, che ha esposto quelli che sono gli interventi già predisposti per Misserio e Fautarì e i programmi per il futuro: è stato acquistato un nuovo orologio, simbolo della comunità, per il campanile della chiesa di San Vito, si sta procedendo a verificare la possbilità di ampliare la sagrestia parocchiale, è stato fatto un monitoraggio accurato della rete idrica con l'installazione di sensori per il controllo di eventuali allacci abusivi, è stato spostato il centro diurno nell'edificio delle scuole ottenendo così un risparmio sull'affitto. "Non stiamo trascurando la delicata questione dell'ufficio postale - ha spiegato il sindaco -, è stato presentato ricorso al Cga e attendiamo fiduciosi l'esito della controversia". De Luca ha annunciato poi i propositi della sua amministrazione: sono stati già messi in bilancio i fondi per l'acquisto di 2 minibus e di un autobus di città, così da poter essere utilizzati per il collegamento tra centro e periferie, verrà verificato se è possibile recuperare la struttura dell'ex chiesa di piazza Padano o sarà necessario demolirla; è gia stato predisposto un progetto da 10 milioni di euro per la sistemazione dei cimiteri comunali, che verrano affidati in concessione tramite project financing partendo proprio dal cimitero di Misserio e poi il Piano Regolatore Generale, elemento cardine per lo sviluppo del territorio, verrà discusso con i cittadini che dovranno dare suggerimenti per migliorare la vivibilità del luogo. "Il comitato - ha concluso il sindaco - sarà il luogo dove passeranno tutte le scelte importanti per il futuro, dove i cittadini verranno coinvolti per superare ogni forma di disinformazione e sfiducia". Si concluono oggi gli insediamenti dei Comitati di Quartiere con l'ufficializzazione del comitato Bucalo-Sparagonà, alle ore 21.30 in piazza Madonna del Carmelo.

Più informazioni: comitati quartiere  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.