Lunedì 24 Giugno 2019
Pubblico delle grandi occasioni al concerto benefico per gli orfani dell'Arma


La Fanfara dei Carabinieri incanta il Teatro Antico, divertito da Flavio Insinna - FOTO

di Andrea Rifatto | 09/06/2019 | ATTUALITÀ

495 Lettori unici

La Fanfara sul palco del Teatro Antico

Serata magica con un pubblico delle grandi occasioni quella di ieri al Teatro Antico di Taormina per il concerto “Note Musicali sotto le stelle, dal cuore dell'Arma del nostro Sud”, evento di beneficienza promosso dal comandante interregionale dei Carabinieri “Culqualber”, generale di corpo d’armata Luigi Robusto, e presentata dall’attore e conduttore televisivo Flavio Insinna, che, nello splendido scenario taorminese ha unito Sicilia e Calabria in un momento importante per manifestare, anche attraverso la musica, la vicinanza dei carabinieri alle realtà che li circondano, al territorio ed alla gente, oltre che occasione per una raccolta fondi, in collaborazione con la Croce Rossa Italiana, i cui proventi verranno devoluti agli orfani dei militari dell’Arma dei Carabinieri assistiti dall’Opera Nazionale assistenza orfani dei militari dell’Arma dei Carabinieri (Onaomac). Tante le autorità presenti, civili, militari e religiose, dal sindaco di Taormina Mario Bolognari al presidente della Regione siciliana Nello Musumeci, l’arcivescovo di Messina Giovanni Accolla e l’ausiliare Cesare Di Pietro, il prefetto di Messina Maria Carmela Librizzi e altri rappresentanti del Governo di Sicilia e Calabria, membri dell’Arma e delle altre Forze armate delle due regioni, politici e anche tanti cittadini e turisti che hanno gremito in ogni ordine di posti il Teatro Antico, assistendo per tre ore al concerto tra musica e gag messe in scena con simpatia e spontaneità da Insinna, il capitano Anceschi della serie tv Don Matteo.

Il concerto si è aperto, con l’esibizione dei musicisti della Fanfara del 12° Reggimento Sicilia, diretta dal maestro Paolo Mario Sena, integrata da alcuni solisti della Banda della Brigata Meccanizzata Aosta guidati dal maestro Fedele De Caro, che dopo l’esecuzione della “Fedelissima”, la marcia d’ordinanza dell’Arma dei Carabineri, ha eseguito alcune arie tratte dalle opere di Verdi, Mascagni, brani della tradizione musicale popolare di Sicilia e Calabria e pezzi di jazz. Sul palco anche un tenore, l’appuntato scelto Alessandro Cassiba e il soprano Carmen Arnao, tutti militari dell’Arma in servizio presso il Comando Interregionale Carabinieri Culqualber, che si sono esibiti sulle musiche di Liza Minnelli, Glori Gaynor e Whitney Houston e con un trittico di brani popolari siciliani, ma anche l’orchestra Giovanile dell’Istituto comprensivo 1 di Taormina, diretta dal maestro Mirko Raffone, con le musiche di Ennio Morricone e degli Abba. Momento molto significativo la cerimonia dell’ammainabandiera, preceduta dall’esecuzione della Virgo Fidelis, del Silenzio fuori ordinanza e dell’Inno Nazionale eseguiti dai musicisti della Fanfara, della Brigata Aosta e dal coro polifonico della Scuola Allievi Carabinieri di Reggio Calabria.

“Anche in un’occasione come questa l’Arma dei Carabinieri si avvicina alla gente – ha detto il generale Robusto chiamato sul palco dal presentatore – quale simbolo assoluto di legalità, valorizzazione e tutela della persona. Per noi è la prima volta su questo palcoscenico, una serata preziosa per dare valore a una divisa che anche così viene maggiormente apprezzata, indossata da uomini e donne che credono nello Stato e sono convinti che per fare sul serio occorre anche scherzare come fatto stasera”. “Ci vuole animo per presentarsi davanti a questo pubblico in questo teatro – ha aggiunto Insinna – la musica rende il mondo più bello e oggi anche voi l’avete resto migliore”. Il generale Robusto ha poi donato al presentatore una sciabola come segno di gratitudine di tutta l’Arma dei Carabinieri per aver prestato il suo volto all’evento. Prologo del concerto “Note Musicali sotto le stelle, dal cuore dell'Arma del nostro Sud”, è stata nella mattinata di ieri la cerimonia dell’alzabandiera al Teatro Antico, con le scolaresche degli istituti del comprensorio, accolte dal sindaco Mario Bolognari e dal capitano Arcangelo Maiello, comandante della Compagnia Carabinieri di Taormina. Poi la Fanfara del 12° Reggimento Carabinieri Sicilia ha sfilato lungo il corso Umberto I, esibendosi in piazza IX Aprile.



COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.