Martedì 22 Ottobre 2019
Riprodotta grazie all'associazione 'Orchidea' sulla strada che porta in paese


La grotta di Lourdes a Forza d’Agrò, un'idea divenuta realtà - FOTO

di Andrea Rifatto | 27/05/2019 | ATTUALITÀ

5036 Lettori unici

I soci di "Orchidea" nella grotta

Una vera e propria ricostruzione della grotta di Lourdes, in un luogo suggestivo che guarda verso il mare e Capo Sant’Alessio. È ciò a cui ha dato vita l’associazione “Orchidea” di Forza d’Agrò, che da alcuni anni si occupa di abbellire il paese con piante, fiori e opere ornamentali sin dalla strada di accesso al borgo. Il sodalizio presieduto da Anna Coppolino ha infatti ridato lustro alla grotta Borrello, che sorge lungo i tornanti della Strada provinciale 16 poco dopo Capo Sant’Alessio, posizionandovi all’interno una statua della Madonna di Lourdes e una riproduzione di Santa Bernadette, la giovane a cui nel 1858 apparve la Vergine sui Pirenei. Un luogo divenuto così di forte impatto per quanti si recano a Forza d’Agrò, dove sotto la viva roccia si respira adesso un’aria di profonda fede. L’opera è stata resa possibile grazie alla disponibilità del proprietario dell’area dove sorge la grotta, l’ingegnere Francesco Muscolino, che ha dato il consenso all’associazione per realizzare quanto immaginato. E proprio Muscolino, 95 anni, ha tagliato il nastro nel corso della cerimonia di inaugurazione, alla quale hanno preso parte anche il sindaco, amministratori comunali, cittadini e forze dell’ordine, con la benedizione impartita dal parroco don Luciano Zampetti. Il simulacro della Madonna di Lourdes è stato donato da Lina Garufi, in memoria della madre Caterina Carnabuci. L’ingegnere Muscolino ha voluto ringraziare quanti hanno lavorato ardentemente con impegno e amore per la posa delle due statue “in questo simbolo importante di espressione della natura”, dicendosi felice di aver potuto tagliare il nastro “di un luogo che riproduce quanto successo quasi 200 anni fa a Lourdes”. La presidente Anna Coppolino ha ringraziato il proprietario della grotta, il parroco, il sindaco e il suo predecessore Fabio Di Cara e quanti hanno reso possibile l’iniziativa, ricevendo i complimenti dal primo cittadino Bruno Miliadò, alla sua prima uscita pubblica.



COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.