Sabato 07 Dicembre 2019
Interventi di manutenzione e messa in sicurezza grazie ai fondi della Regione


Letojanni, appaltati i lavori alla chiesa Madre finanziati con mezzo milione di euro

di Andrea Rifatto | 19/10/2019 | ATTUALITÀ

506 Lettori unici

La chiesa di San Giuseppe

Sono stati aggiudicati i lavori di manutenzione straordinaria e messa in sicurezza delle facciate e del campanile della chiesa San Giuseppe di Letojanni, finanziati lo scorso anno dalla Regione con 550mila euro provenienti dai fondi stanziati nel 2015 dalla Regione per interventi di riqualificazione urbana, di cui una parte rivolti agli enti di culto, formazione religiosa o assistenza e beneficenza. La parrocchia San Giuseppe, retta da padre Giuseppe Gentile, aveva fatto richiesta per partecipare al bando con il supporto del Comune per l’iter burocratico e l'Amministrazione comunale del sindaco Alessandro Costa aveva deciso di chiedere i fondi anche perché il paese ha soltanto una chiesa parrocchiale che riveste all’interno della comunità una importanza notevole e ricade nel centro storico. L'istanza era stata giudicata ammissibile e successivamente l'intervento è stato inserito tra quelli finanziabili con i fondi del Patto per il Sud. Adesso la commissione giudicatrice della Centrale di committenza Taormina-Castelmola-Mongiuffi Melia, a cui è associato anche il Comune di Letojanni, formata dall’architetto Carmelo Campailla (presidente), dall’avvocato Giovanni Figuera e dell’architetto Francesco Giordano, ha aggiudicato i lavori, con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, il cui importo a base d’asta era di 393mila 412 euro, mentre 156mila 587 euro è la parte di somme a disposizione della stazione appaltante. Gli interventi sono stati affidati all’impresa Lsv Costruzioni Srl di Luca, Salvatore e Vincenzo Saitta di Maletto, che ha offerto un ribasso percentuale del 5% (6,76 punti) contro il 14,79% (20 punti) della Fox Srl di Gioiosa Marea ma un’offerta tecnica superiore ottenendo 79,056 punti contro i 57,893 della ditta messinese ed ottenendo quindi l’appalto con 85,816 punti contro i 77,893 della concorrente. Il progetto definito è stato redatto dall’architetto Carmelo Campailla, dirigente dell’Ufficio tecnico comunale, mentre per l’esecutivo il Comune ha affidato l'incarico all’architetto Giovanni Garufi.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.