Martedì 22 Ottobre 2019
Da mesi l'area è senza gestore: il sindaco sollecita l'ente sovracomunale


L’Unione dei Comuni non paga e l'elipista di Roccalumera resta chiusa per le emergenze

di Andrea Rifatto | 04/10/2019 | ATTUALITÀ

361 Lettori unici

L'elisuperficie di contrada Carrubbara

Esiste ma non può essere utilizzata. Sembra un paradosso ma è la triste realtà. L’elisuperficie di Roccalumera, l'unica esistente nel territorio tra Messina e Catania e che costituisce un importante sito in caso di emergenza, è infatti chiusa da diversi mesi. Il Comune non ha potuto procedere all’affidamento della gestione per il 2019 in quanto non ha ancora ricevuto il contributo economico erogato ogni anno dall’Unione dei Comuni delle Valli Joniche dei Peloritani, ente che sin dal 2016 si è fatto carico della gestione della pista nell’ottica di garantire un servizio sovracomunale. La Giunta dell’Unione il 14 giugno ha stanziato un contributo di 3mila 538 euro richiesto dal Comune di Roccalumera per garantire l’apertura dell’elisuperficie, costata complessivamente oltre mezzo milione di euro, ma da allora le somme non sono state ancora accreditate e nei giorni scorsi il sindaco Gaetano Argiroffi è tornato a sollecitare il presidente Davide Paratore a provvedere in merito, integrando l'importo perchè non sufficiente. A luglio il Comune ha liquidato alla ditta che gestisce il sito di contrada Carrubbara, nelle sole ore diurne, l’importo di 6mila 710 euro per la gestione del 2018 ma l’affidamento non è stato rinnovato per i ritardi dell’Unione. L’elipista, dunque, rimane indisponibile in caso di necessità.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.