Sabato 19 Ottobre 2019
Giro nell'impianto consortile di Roccalumera per rispondere alle segnalazioni


Mare sporco, il sindaco di Furci va al depuratore e scopre che… funziona

di Andrea Rifatto | 21/09/2018 | ATTUALITÀ

2474 Lettori unici

Francilia durante la visita al depuratore

Alla luce della continua presenza di scie di liquami nel mare della costa jonica, il sindaco di Furci, Matteo Francilia, ha fatto ieri un “blitz” al depuratore di Roccalumera, utilizzato anche dalla cittadina furcese e da Pagliara, per capire se il processo di depurazione dei reflui fognari, scaricati in mare dalla condotta sottomarina, avvenga correttamente. Francilia, chiamato in causa indirettamente anche dal capogruppo di minoranza del suo comune, ha deciso di dare risposte ed è giunto a sorpresa nell’impianto che sorge nella parte sud di Roccalumera insieme all’assessore all’Igiene e Sanità Francesco Moschella e al dirigente dell’Ufficio tecnico di Furci, l’arch. Claudio Crisafulli: una volta sul posto ha avvisato della sua presenza l’Amministrazione di Roccalumera e poco dopo è stato raggiunto dal vicesindaco (con delega all’Igiene) Biagio Gugliotta e dal capo dell’Utc, l’architetto Giuseppe Della Scala. Francilia, gli altri amministratori e tecnici hanno girato tutto l’impianto, insieme al responsabile della ditta che lo gestisce, assistendo all’intero processo di depurazione: “Ho verificato dalla A alla Z il procedimento di trattamento dei reflui – spiega il sindaco di Furci – e posso affermare con certezza che tutto avviene regolarmente e l’acqua in uscita è limpida. Ciò per fugare ogni dubbio in merito alle segnalazioni sul mare sporco”. D’altronde non vi erano dubbi sul correto funzionamento del depuratore di Roccalumera, visto che mensilmente il Comune diffonde i dati delle analisi eseguite da uno studio chimico di Messina sulle acque reflue in uscita: le ultime sono state prelevate il 27 agosto e tutti i valori dei parametri sono risultati conformi alla normativa di riferimento. “Adesso vogliamo verificare da dove arrivi questa fogna – ha aggiunto Francilia – perché subiamo un danno di immagine, al mare e alla spiaggia, che rappresenta la nostra ricchezza e voglio tutelare i miei concittadini. Per questo scriverò al prefetto chiedendo di verificare tutti gli altri depuratori della zona e mi auguro che anche gli altri sindaci di mobilitino”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.