Martedì 20 Novembre 2018
Dopo l'allestimento del cantiere avvenuto la scorsa settimana, oggi al via gli scavi


Metanizzazione, avviati i lavori a S. Teresa di Riva - FOTO

di Redazione | 13/04/2015 | ATTUALITÀ

1442 Lettori unici

Lo scavo per la posa della condotta

Al via anche a S. Teresa di Riva i lavori per la realizzazione della rete di distribuzione del gas metano. Stamane gli operai della FinConsorzio di Roma, impresa che si è aggiudicata la concessione per la progettazione, costruzione e gestione ventennale della rete metanifera nel comprensorio dopo la gara bandita dal Bacino “Sicilia Jonico-Peloritano, hanno avviati gli scavi sul lungomare, alla periferia sud del paese. L'impresa aveva già trasportato giovedì scorso a S. Teresa le tubazioni che verranno interrate sul lato monte della via marina, insieme ai mezzi d'opera necessari alla reallizzazione della trincea e a quanto occorre per poter procedere speditamente alla posa della condotta principale. Gli operai si erano messi al lavoro per saldare le tubazioni e prepararle così per il successivo interramento. Al contempo era stata predisposta l'installazione della segnaletica di cantiere e degli impianti semaforici. Oggi i semafori sono stati attivati per regolare la circolazione stradale sul lungomare. Si transiterà infatti a senso unico alternato, in quanto l'intera corsia lato monte sarà interdetta per la presenza di uomini e mezzi d'opera. La ditta opererà con il taglio dell'asfalto e lo scavo posando ogni giorno circa 100 metri di condotta, procedendo in direzione nord. In cantiere stamane anche i progettisti dell'opera, i tecnici comunali, il comandante del Corpo di Polizia municipale, cap. Diego Mangiò, e il presidente del Consiglio comunale, Danilo Lo Giudice.
Una operazione che prevede complessivamente un investimento per tutto il compensorio jonico pari a circa 130 milioni di euro, di cui 54 milioni provenienti dai fondi del Po-Fesr Sicilia 2007/2013, Linea d’intervento 2.1.3.1 - Obiettivo Operativo 2.1.3. Finita la posa delle condutture principali, partiranno le opere migliorative e di completamento, che prevedono lavori di scavo e posa in opera di tubazioni in polietilene, la posa di gruppi di riduzione, le diramazioni e gli allacciamenti all’utenza fino ai contatori, compresa la fornitura e la posa in opera, oltre che la realizzazione di un impianto di telecontrollo, il ripristino e la sistemazione delle reti stradali interessate dai lavori. L’importo totale del progetto per la cittadina rivierasca è di 15 milioni di euro: 5 milioni è il contributo concedibile tramite il finanziamento regionale, mentre i restanti 10 milioni euro verranno messi a disposizione dal concessionario.


Più informazioni: metanizzazione santa teresa  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.