Sabato 07 Dicembre 2019
A Roccalumera i primi scavi per la posa delle tubazioni. La consegna entro giugno 2015


Metanizzazione riviera jonica, avviati i lavori

di Andrea Rifatto | 20/10/2014 | ATTUALITÀ

2281 Lettori unici

Da Roccalumera il via alle opere di metanizzazione

Hanno preso il via stamane i lavori per la realizzazione della rete di distribuzione del gas metano nella riviera jonica messinese, che vede coinvolti quindici comuni in quella che viene ritenuta da più parti un'opera di vitale importanza per l'intero territorio. Uomini e mezzi hanno iniziato la posa delle tubazioni dalla periferia sud del lungomare di Roccalumera, da dove lo scavo delle trincea sta proseguendo verso nord. Nelle prossime settimane saranno interessati dai lavori anche i centri di Scaletta Zanclea e Sant'Alessio Siculo, con l'arrivo di nuove squadre di operai che continueranno gli interventi in tutti i centri interessati.   
Il progetto è stato redatto dalla FinConsorzio di Roma, che si è aggiudicata la concessione per la progettazione, costruzione e gestione ventennale della rete metanifera dopo la gara bandita dal Bacino “Sicilia Jonico-Peloritano”, a cui aderiscono i comuni di Fiumedinisi (capofila), Alì, Alì Terme, Antillo, Casalvecchio, Fiumedinisi, Furci, Itala, Mandanici, Nizza, Pagliara, Roccalumera, Sant’Alessio, Santa Teresa di Riva, Savoca e Scaletta Zanclea. Una operazione che prevede complessivamente un investimento pari a circa 130 milioni di euro, di cui 54 milioni provenienti dai fondi del Po-Fesr Sicilia 2007/2013, Linea d’intervento 2.1.3.1 - Obiettivo Operativo 2.1.3, per portare nelle case di migliaia di residenti il prezioso combustibile.
Un iter costellato da numerosi intoppi burocratici, che ha rischiato più volte di arrivare alla perdita delle somme a causa del continuo muro contro muro tra Regione e Comuni. La notifica dei singoli decreti di finanziamento ai Comuni, vistati dalla Corte dei Conti, ha permesso invece di tirare un sospiro di sollievo, anche se i tempi infatti si sono notevolmente ristretti: se inizialmente il cronoprogramma prevedeva tre anni per l’esecuzione delle opere, adesso bisognerà correre per consegnare la rete metanifera entro giugno 2015, mentre l'approvazione degli atti finali e del collaudo dovrà avvenire entro il 30 agosto del prossimo anno. Il mancato rispetto di questi termini comporterà l'avvio della procedura di revoca dei finanziamenti. 

Più informazioni: metano  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.