Lunedì 27 Maggio 2019
Il ricordo della figura dell'assessore regionale e del suo impegno nel territorio


Morte di Sebastiano Tusa, il cordoglio di enti e istituzioni della zona jonica

di Redazione | 11/03/2019 | ATTUALITÀ

640 Lettori unici

Sebastiano Tusa all'abbazia a fine novembre

Cordoglio unanime anche nella zona jonica per la morte di Sebastiano Tusa, assessore regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana tragicamente scomparso ieri in un incidente aereo in Etiopia. La notizia ha sconvolto i rappresentanti enti ed istituzioni, che hanno voluto ricordare la figura dell’archeologo prestato alla politica, che aveva continuato a vedere le cose senza calcoli e strategie, con un amore smisurato della bellezza della sua terra, certo che il mondo antico in Sicilia era ancora vivo. “Un uomo che non faceva passerella ma passi. Che non faceva presenza, ma era presente. Che non lanciava slogan, ma progetti – ricorda Filippo Brianni, presidente di Archeoclub Area Jonica – una persona che conosceva la nostra Abbazia, i nostri fondali di Capo Sant’Alessio, la nostra terra meglio di molti di noi. Ultimamente con Virginia Carnabuci, Ketty Tamà e Carmelo Briguglio avevamo avviato un percorso su cui lui era stato in grado di precederci, con la sua competenza e umile disponibilità, come funzionario e poi assessore. Grazie assessore Tusa, Speriamo di saper continuare a seguire le tracce del cammino intrapreso e bruscamente interrotto. Un applauso ed un abbraccio da tutta la nostra sede Archeoclub, che ha il tuo nome scolpito in tantissime iniziative, dalle prospezioni subacquee di decenni fa all'ultimo incontro in Abbazia di novembre, con le tue parole di apprezzamento, incoraggiamento e indirizzo”. Proprio a fine novembre Tusa aveva presieduto un tavolo di lavoro voluto da Archeoclub all’abbazia dei Santi Pietro e Paolo d’Agrò di Casalvecchio Siculo per discutere delle ipotesi di valorizzazione del gioiello arabo-normanno: “Ero stato qui da bambino e poi mai più, questo sito è prioritario per i programmi del mio Assessorato e dell’intero Governo regionale ed ha una potenza che va assolutamente rievocata” – aveva detto. “Si farà ciò che lui ha promesso” ha commentato ieri Carmelo Briguglio, capo della segreteria particolare dell’assessore e tra i primi ieri pomeriggio ad attivarsi una volta appresa la notizia dell’incidente aereo, fino alla tragica conferma che Sebastiano Tusa fosse su quel volo. “Intendiamo rendere vicinanza alla famiglia, con la morte del prof. Tusa viene meno non solo un umile servitore delle istituzioni siciliane, ma anche uno dei maggiori interpreti della cultura della nostra terra – commenta l’Osservatorio dei Beni Cultuali dell’Unione dei Comuni delle Valli Joniche dei Peloritani, tramite la presidente Ninuccia Foti –Tusa continuerà certamente ad essere nella memoria di chi ha apprezzato le proprie qualità umane e professionali, interprete della più genuina capacità di imprimere al patrimonio culturale della Sicilia spessore e prestigio”. “Nel fuoco dove arde la memoria, onorati di avere insignito del nostro premio Sebastiano Tusa, un premio in onore di Khaled Al-Asaad. Custodi della Bellezza, vivranno per sempre" – il commento di Fulvia Toscano, direttore artistico di Naxos Legge.

“Viene a mancare una autorità di livello internazionale nel mondo dell’archeologia, e in particolare dell’archeologia subacquea – commenta il sindaco di Taormina, Mario Bolognari – era una persona amabile e perbene che tutti ricorderanno con rispetto e dolore. Sono personalmente colpito da questa brutta notizia e rivolgo un abbraccio sentito a Valeria e a tutti i familiari. In qualità di assessore regionale ha dimostrato amicizia e simpatia per la nostra Taormina, interessandosi delle sorti del Teatro Antico e del Palazzo Ciampoli. La città intera si inchina di fronte al politico, allo studioso, all’uomo”. Cordoglio anche a Giardini: “La città apprende con costernazione ed incredulità dell'enorme tragedia in cui ha perso la vita il prof. Sebastiano Tusa, archeologo di fama internazionale e attuale assessore regionale ai beni culturali: a nome di tutti i giardinesi mi unisco al dolore dei familiari del compianto prof. Tusa – commenta il primo cittadino Nello Lo Turco – esternando il più sincero sentimento di gratitudine: persona perbene e unico amico tra gli assessori regionali, amico anche di Giardini Naxos, non a caso quest'anno avremmo dovuto organizzare una rassegna di archeologia sottomarina di livello mondiale”. Il sindaco di S. Teresa e deputato regionale Danilo Lo Giudice: "Una notizia tragica che lascia senza parole. La Sicilia e l'Italia intera perdono un uomo di grandissimo spessore culturale che aveva messo a servizio della collettività la sua competenza e professionalità. Un professionista ed accademico che nonostante la fama mondiale nel suo settore, mantenuto forti le radici e il legame con la Sicilia, al cui patrimonio ha dedicato la propria vita”. Il sindaco di Furci, Matteo Francilia: “Profonda tristezza per la scomparsa improvvisa dell'assessore Sebastiano Tusa, persona perbene e competente che qualche anno fa ho avuto il piacere di conoscere in occasione di una sua visita presso il nostro Museo del Mare. Sentite condoglianze alla sua famiglia e alle altre famiglie coinvolte purtroppo in questo disastro aereo”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.