Lunedì 22 Luglio 2019
Contestata la spesa affrontata dal Comune per organizzare la manifestazione


Naxos Air Show, “fumo tricolore negli occhi degli alluvionati”

di Redazione | 28/09/2015 | ATTUALITÀ

1562 Lettori unici | Commenti 3

L'esibizione delle Frecce Tricolori a Giardini Naxos

“Un momento di estremo prestigio, capace di attrarre un notevole flusso di spettatori da ogni parte dell’Isola e da oltre lo Stretto, in un periodo di ancora rilevante afflusso turistico”. Così l’Amministrazione comunale di Giardini Naxos ha motivato la scelta di far esibire le Frecce Tricolori dell’Aeronautica Militare Italiana, nel corso della manifestazione svoltasi ieri nella cittadina naxiota. L’evento, come spiegato dal sindaco Nello Lo Turco, oltre a promuovere il territorio e ad offrire uno spettacolo unico, aveva lo scopo di aiutare i cittadini colpiti dall’alluvione del 9 settembre scorso, tramite una raccolta fondi da devolvere poi a cittadini e commercianti che hanno subito disagi e notevoli danni. Ma se per molti si è trattato di uno spettacolo eccezionale che ha contribuito a promuovere la città di Giardini Naxos, c’è chi segnala invece come la manifestazione abbia comportato uno spreco di denaro pubblico, in un momento particolarmente difficile dopo l’alluvione che ha colpito Giardini.

È quanto sostengono in una nota Giovanni Interdonato per il Comitato “No Frane” della riviera jonica messinese,  Giacomo Di Leo, coordinatore provinciale del Partito Comunista dei Lavoratori, Francesco Urdì, per la Confederazione Unitaria di Base (Cub) di Messina e Nino Miceli, presidente Movimento "Aiutiamoci Noi". I quattro evidenziano come per la realizzazione delle manifestazione "Naxos Air Show" il Comune di Giardini Naxos abbia speso 22mila 100 euro, stanziati con delibera di Giunta del 17 settembre, per affrontare, si legge nell’atto, “la promozione pubblicitaria e la logistica dell’evento”. L’amministrazione del sindaco Nello Lo Turco ha infatti stanziato 11mila 600 euro per pubblicità e rimborso partecipazione a pattuglie/unità civili e 10mila 500 euro per acquisti vari. Allo stesso tempo ha inoltrato alla Regione una richiesta di contributo per 10mila euro, che qualora venisse rigettata comporterebbe il totale carico delle spese sulle casse comunali. “A ciò si deve aggiungere una spesa, sulle spalle dei contribuenti italiani – scrivono Interdonato, Di Leo, Urdì e Miceli – di circa 4mila euro a velivolo, secondo le stime di un quotidiano nazionale. Tutto ciò francamente ci lascia indignati. A maggior ragione l’ostilità dei cittadini aumenta di fronte al nubifragio del 9 settembre che ha colpito Giardini Naxos, con tutti i danni materiali e morali che la mancata pulizia dei torrenti e la cementificazione degli stessi ha provocato. Molti cittadini - proseguono - affermano giustamente che sarebbe stato più utile versare questi soldi per la pulizia degli alvei dei torrenti e in generale per la prevenzione del rischio idrogeologico. Per la promozione del turismo di Giardini Naxos servono come prerequisito vie stradali e ferroviarie sicure e un’adeguata valorizzazione delle risorse e bellezze naturalistiche oltre che culturali di questa splendida cittadina. Non servono inutili e dispendiosi voli acrobatici – concludono i quattro firmatari della nota –  vanto di un nazionalismo e militarismo esibizionistico che gettano solo fumo tricolore negli occhi di una popolazione già provata dalla paura di una piccola alluvione, che avrebbe potuto provocare anche vittime. Solo il puro caso e non il tricolore ha per fortuna evitato disgrazie”. 


COMMENTI

longhitano maria | il 28/09/2015 alle 14:38:53

Secondo me,Il tricolore non ha portato niente alla città di giardini,solo traffico,disordine e spese.

Italiano | il 29/09/2015 alle 14:50:45

Signora Longhitano fose anzi sicuramente lei disconosce la fierezza di essere italiani e l'orgoglio di avere una pattuglia acrobatica che si esibisce in tutto il mondo,e che ha dato la possibilità a tutti gli abitanti di godere di uno spettacolo più unico che raro, l'ignoranza italiana la si riconosce nel suo inutile e ridicolo commento,ero spettatore e le posso garantire che traffico zero, o almeno e sicuramente meno di quanto si vede nei giorni normali,disordine limitato e posso assicurare un'organizzazione ottima,basta pensare ai due PMA, vuole un consiglio?si informi prima di parlare.

ivan | il 30/09/2015 alle 11:15:41

fumo colorato di tricolore negli occhi... w l'Italia

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.