Domenica 15 Dicembre 2019
Per l'edificio di via Villafranca interventi per 570mila euro. Potrà ospitare 60 bambini


Nizza di Sicilia. Asilo nido, via libera al finanziamento

di Andrea Rifatto | 09/10/2014 | ATTUALITÀ

1373 Lettori unici

L'asilo nido "Arcobaleno" di via Villafranca

Via libera dalla Regione al finanziamento per la ristrutturazione e l’adeguamento dell’asilo nido comunale “Arcobaleno” di Nizza di Sicilia. Il dirigente generale del Dipartimento regionale della Famiglia e delle Politiche sociali, dott.ssa Maria Antonietta Bullara, ha infatti firmato il decreto che consente alla cittadina jonica di beneficiare di ben 521.432,90 euro, stanziati per lavori e forniture. Per coprire il costo complessivo del progetto, che ammonta a 569.432,90 euro, di cui 309.125,66 per lavori e oneri di sicurezza e 260.307,24 euro per somme a disposizione, l’Amministrazione comunale parteciperà con un cofinanziamento di 48mila euro, già assunto a carico dell’ente con delibera di Giunta del 28 agosto scorso. Il progetto iniziale, redatto dall’ing. Gaetano Cilla di S. Teresa di Riva, era stato approvato dal Comune nel giugno 2010, per un importo complessivo di 530mila euro. Il programma di finanziamento era stato però temporaneamente sospeso in attesa di verifiche finanziarie sui fondi Fas 2007/2013, rese necessarie dai tagli apportati da parte dello Stato. L’iter è ripartito a fine 2012, quando l’assessorato regionale della Famiglia, delle Politiche sociali e del Lavoro ha comunicato di aver individuato la copertura finanziaria per l’intervento, invitando il Comune di Nizza di Sicilia ad adeguare il progetto esecutivo alla nuova normativa sul lavori pubblici. L’elaborato era stato così aggiornato con un nuovo quadro economico nell’aprile 2013, fino all’approvazione in linea tecnica e amministrativa dello scorso agosto. In allegato al progetto principale, l'ente nizzardo ha inoltre presentato un esecutivo relativo ai lavori di completamento dell'area esterna da adibire a verde pubblico, per una spesa complessiva di 46.932,90 euro, di cui 26mila 563 euro a base d'asta, utilizzando parte dei 97mila 500 euro erroneamente inseriti tra le somme a disposizione come importo per l’accompagnamento alla gestione e l'attività integrativa pomeridiana per lo start up. Il finanziamento ottenuto consentirà anche al vicino centro di Alì Terme, che non dispone di una struttura idonea ad ospitare gli infanti, di usufruire dell’edificio scolastico, in base ad un accordo stipulato con il Comune di Nizza.
Nel dettaglio il progetto prevede l’ampliamento e l’ammodernamento dell’impianto elettrico, la predisposizione dell’impianto antincendio, la sostituzione degli infissi esterni, la revisione del manto di copertura in tegole, il rifacimento della terrazza, dei servizi igienici e degli intonaci interni ed esterni, il risanamento delle strutture in calcestruzzo armato. L’ampliamento dell’edificio consisterà nell’allargamento della sala adibita a zona divezzi, così da avere un locale più ampio e confortevole. Al fine di migliorare i servizi annessi, come verde e parcheggi, l’Amministrazione ha avviato l’iter burocratico di esproprio di un’area limitrofa all’asilo nido, della superficie di 1610 m2, vincolata a verde pubblico nel Prg. L’ammontare dell’esproprio, pari a 32mila 200 euro, è stato inserito nelle somme a disposizione. Una volta completati gli interventi, il numero massimo di bambini ospitabili nella struttura di via Villafranca arriverà sino a 60 unità, rispetto ai 45 attuali.

Più informazioni: asilo nido nizza di sicilia  

Articoli correlati

 

 

 

 

 

 

 

 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.