Sabato 08 Agosto 2020
Sabato 12 l'inaugurazione dei locali dell'associazione, costituitasi con 11 soci fondatori


Nizza. "Prendiamoci il futuro" apre la sede: Gregorio presidente

08/03/2016 | ATTUALITÀ

1997 Lettori unici

Carlo gregorio, presidente di “Prendiamoci il futuro”

A poco più di un anno della elezioni amministrative, a Nizza di Sicilia si registrano già i primi movimenti. Sabato 12 marzo, alle ore 17, sarà inaugurata la sede dell'associazione socio-culturale “Prendiamoci il futuro”, presieduta dall'ex consigliere comunale Carlo Gregorio. L'associazione è stata costituita lo scorso 30 gennaio allo scopo di proseguire l'opera intrapresa a partire dal luglio 2014 da un gruppo di cittadini. I soci fondatori sono undici e il direttivo provvisorio è così composto: Carlo Gregorio, presidente; Nella Foscolo, vicepresidente; Giuseppe Santisi, segretario; Tino Pellizzeri, tesoriere; Giovanni Interdonato, Luciano Parisi e Nino Ruota, consiglieri. Tra gli altri soci figura anche l'ex consigliere di minoranza Paolo Scalici. L’associazione è aperta a quanti vogliano ne vogliano far parte, condividendo statuto, principi, diritti e doveri. “Il nostro gruppo – ha spiegato il presidente Gregorio – è nato per dare vita ad uno spazio socio-culturale che faciliti il contatto e la partecipazione dei cittadini, aperto alle proposte, rispettoso delle idee, capace di valorizzare competenze ed esperienze, contribuire alla conoscenza e alla diffusione della cultura, nella prospettiva di formalizzare un percorso costruttivo all’impegno nella vita socio-culturale del territorio locale e circostante”. "Prendiamoci il Futuro" ritiene che il proprio compito “sia quello di valorizzare le risorse umane del territorio; di tutelare e valorizzare il patrimonio culturale, architettonico, paesaggistico e ambientale; dare risposta e supporto ai bisogni delle persone e della società; di realizzare un futuro libero, partecipativo, costruttivo e produttivo per l’intera comunità di Nizza. "A tal fine – prosegue Gregorio – l’associazione promuove la partecipazione attiva dei cittadini all’impegno civile e democratico e l’idea che la collaborazione, i rapporti sociali e la solidarietà, possano svilupparsi in maniera libera, volontaria e spontanea. Tali attività vanno svolte, in modo prevalente, tramite le prestazioni personali, volontarie e gratuite dei propri aderenti”. All'inaugurazione della nuova sede sociale, sita in via Umberto I al civico 339, sono stati invitati tutti i cittadini. 

Più informazioni: prendiamoci il futuro  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.