Mercoledì 18 Settembre 2019
Serata ricca di eventi per celebrare i 70 anni del Ginnasio, storica istituzione cittadina


Notte dei licei classici, festa doppia al "Caminiti-Trimarchi" di S. Teresa - FOTO e INTERVISTE

di Carmelo Micalizzi | 17/01/2015 | ATTUALITÀ

4298 Lettori unici | Commenti 1

Storie, ricordi, aneddoti del passato, uniti alla creatività e alle potenzialità artistiche degli studenti di oggi sono stati gli ingredienti principali della “Notte nazionale del Liceo classico” celebrata ieri all’”Enrico Trimarchi” di S. Teresa di Riva, che nell’occasione ha anche festeggiato i 70 anni dall’istituzione del Ginnasio statale nella cittadina jonica. Una festa doppia che ha preso il via con l’inaugurazione di una targa in acciaio realizzata dall’artista Nino Ucchino per l’intitolazione dell’Istituto superiore, che dal 1° settembre 2013 riunisce il Liceo scientifico “Carmelo Caminiti” e il classico “Enrico Trimarchi” in un unico polo scolastico, che ha assunto la denominazione di Istituto d’istruzione secondaria superiore “Caminiti-Trimarchi”. La targa, un rettangolo d’acciaio di 3 metri di lunghezza per 1,25 d’altezza su cui è incisa la denominazione dell’istituto, è stata apposta sulla facciata di ingresso della struttura, ben visibile anche dal lungomare. A dare il benvenuto ai presenti la dirigente scolastica Carmela Maria Lipari, che ha illustrato la storia dei due licei e le figure del prof. Trimarchi e dell’ing. Caminiti, sottolineando come nonostante l’accorpamento rischiasse di rendere anonima la denominazione dell’Istituto, sia stata unanime la decisione di continuare a rendere omaggio ai due illustri santateresini. A testimoniare l’impegno e la dedizione per la cultura liceale le parole pronunciate dal prof. Francesco Trimarchi, figlio di Enrico, giunto alla cerimonia con la sorella Giovanna, che ha ricordato la figura del padre e ringraziato dirigenti e docenti per aver voluto mantenere la storica denominazione. Presenti anche i parenti dell’ing. Carmelo Caminiti, i nipoti Toscano e Caminiti, che hanno rivolto il loro ringraziamento ai presenti. Nino Ucchino ha invece spiegato il significato della sua opera invitando le istituzioni a prodigarsi per migliorare ulteriormente l’aspetto esterno dell’edificio. L’amministrazione comunale di S. Teresa di Riva è stata rappresentata dal vicesindaco Antonino Famulari, accompagnato dagli assessori Giovanni Bonfiglio (Cultura) e Annalisa Miano (Pubblica Istruzione) e dal presidente del Consiglio comunale, Danilo Lo Giudice.
La serata è stata poi caratterizzata da diversi momenti culturali all’insegna delle arti classiche, con rappresentazioni riguardanti i temi dell’antica Grecia. Tanti gli ex alunni presenti, accolti dagli studenti di oggi, in un mescolarsi di generazioni che hanno in comune l’aver frequentato un liceo che ha formato intere classi dirigenti e professionisti sparsi in tutto il mondo. L'Istituto ha consegnato una borsa di studio offerta dal Leo Club all'ex studente Giancarlo Trimarchi, collaboratore della nostra testata, per il brillante curriculum scolastico che lo ha portato lo scorso anno ad ottenere il diploma con la votazione di 100 con lode. Particolarmente seguite le lectio su “I valori della democrazia”, tenuta dal prof. Luigi D’Andrea, docente di Diritto costituzione all’Università di Messina, la lettura “Il Discorso di Pericle agli Ateniesi”, celebre testo di Tucidide, affidata a Francesco Coglitore, e “Coppe non solo per bere: le monete raccontano”, a cura della prof.ssa Maria Caltabiano, docente di Iconografia e Archeologia all’Università di Messina. A corredo della manifestazione le mostre “Come eravamo”, raccolta di foto storiche realizzata dall’architetto e storico locale Salvatore Coglitore, “Tesori di Sicilia”, a cura di Archeoclub Zona Jonica, e l’esposizione di pannelli scultorei in legno e acciaio di Nino Ucchino. Musica, teatro, danza, cinema, con la proiezione dell'ultimo cortometraggio del regista santateresino Fabrizio Sergi, "Solstizio d'Estate", e degustazioni hanno fatto scorrere fin oltre la mezzanotte la “Notte del Liceo classico”, con la festa finale che ha coinvolto tutti gli studenti, impegnati per settimane per la buona riuscita dell’evento. Tante le emozioni, i ricordi del passato rivissuti in una serata storica che ha coinvolto anche ex docenti e dirigenti scolastici, confermando come il Liceo classico di S. Teresa sia ancora oggi una fucina di talenti, di donne e uomini che grazie agli insegnamenti ricevuti affrontano ogni impegno con la certezza di avere un solido bagaglio culturale che non li abbandonerà mai.

Interviste a Carmela Maria Lipari (dirigente scolastica), Salvatore Coglitore (storico locale) e agli ex studenti Bruno Parisi e Fabio Orlando.


Più informazioni: liceo classico santa teresa  notte liceo classico  


COMMENTI

Salvatore Coglitore | il 17/01/2015 alle 17:50:48

Sull'onda dell'evento ho raccolto parecchie foto e documenti riguardanti i due licei. Magari la prossima estate si potrebbe realizzare, in Piazza Municipio, una vera mostra fotografica con documenti inediti e con la pubblicazione di un libricino a ricordo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.