Giovedì 22 Agosto 2019
Oggi al 'Trimarchi' la terza edizione dell'evento. Il programma completo


Notte nazionale del Liceo Classico, a S. Teresa l'elogio dell'amore

di Redazione | 13/01/2017 | ATTUALITÀ

2676 Lettori unici

L'edizione dello scorso anno

Anche quest’anno l’ ”Enrico Trimarchi” di S. Teresa di Riva partecipa alla Notte nazionale del Liceo Classico, giunta alla terza edizione. La manifestazione è in programma oggi, venerdì 12 gennaio, e coinvolgerà in contemporanea 388 licei in tutta Italia, ognuno dei quali, in totale e piena autonomia, aprirà le porte in orario serale per presentare i frutti del proprio lavoro. Il Classico di S. Teresa, appartenente all’Istituto superiore “Caminiti-Trimarchi”, ha aderito all’iniziativa, nata “dal basso” dall’idea di un docente di latino e greco del liceo “Gulli e Pennisi” di Acireale, il professor Rocco Schembra, con una serie di eventi incentrati sul tema “Amor ominia vincit, filantropia e humanitas”: l’edizione 2017, infatti, elogia l’amore come ideale di humanitas e filantropia, valori universali che scaturiscono dall’humana conditio, dalla stessa radice ontologica che accomuna tutti gli uomini. Vivere significa infatti immergersi nel rapporto con l’altro da sé, in un dialogo concreto e creativo che trasforma continuamente ogni soggetto e gli permette di intraprendere un percorso di interazione inteso come una fusione di orizzonti nel quale ciascuno diventa capace di instaurare relazioni e osmosi, di parlare e ascoltare.

La Notte nazionale del Liceo Classico all’Istituto santateresino si svolgerà nella palestra da poco riaperta, dalle 16 alle 24. Il programma prevede alle 16.30 Sofocle, Menandro, Terenzio, Seneca: “A scuola di humanitas”; alle 17 i saluti del dirigente scolastico Carmela Maria Lipari e del sindaco Cateno De Luca; alle 17.30 “Scuola Dance continuum” di Taormina; alle 18 la lectio magistralis “Tra filantropia e humanitas: la lezione dei classici all’uomo di oggi” della prof.ssa Rosa Santoro, docente di Letteratura latina all’Università degli Studi di Messina. Alle 18.45 performance canora del piccolo Giacomo D’Arrigo e alle 19 performance teatrale “Antigone” di Sofocle a cura del Laboratorio teatrale del Liceo classico, con la regia di Tino Caspanello. Alle 19.45 la testimonianza “L’impegno per i diritti umani” di Fabrizio Pulvirenti, medico di Emergency che nel novembre 2014 ha contratto il virus ebola mentre prestava servizio volontario in un Centro medico in Sierra Leone, e “Humanitas oggi” del Gruppo Amnesty International di Messina. Alle 21 momento musicale con Fabiola Andronaco (violino) e Carlo Briguglio (chitarra); alle 21.45 recital piece degli allievi con accompagnamento musicale di Cosimo Triolo e l’esibizione del tenore Francesco La Spada; alle 22.15 il buffet “A tavola con gli antichi”; alle 23 il Quintetto jazz Laura Lo Re (voce), Dario Miano (sax), Osvaldo Corsaro (piano), Nello Toscano (contrabbasso) e Ruggero Rotoolo (batteria). Chiuderà la terza edizione della manifestazione, alle ore 24, la lettura drammatizzata de “Il lamento di Danae” di Simonide


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.