Domenica 25 Agosto 2019
Annunciata la disponibilità dei fondi per un palazzetto accanto la scuola media


Nuova promessa del sindaco di S. Teresa: "Costruiremo una struttura per il basket"

di Andrea Rifatto | 24/01/2017 | ATTUALITÀ

1801 Lettori unici | Commenti 4

L'area di via Fratelli Lo Schiavo dove dovrebbe sorgere l'impianto

“Realizzeremo una struttura sportiva destinata esclusivamente alla pallacanestro nell’area adiacente la scuola media”. Lo ha annunciato il sindaco di S. Teresa di Riva, Cateno De Luca, che ha spiegato come le risorse necessarie per l’opera, circa 1,3 milioni di euro, arriveranno grazie ai progetti retrospettivi, detti anche progetti sponda, un escamotage contabile per evitare di perdere fondi comunitari assegnati per altri interventi dirottandoli su progetti diversi. In questo caso, secondo quanto dichiarato dal primo cittadino, si tratta di risorse residue che riguardano la scuola elementare di Bucalo, interessata circa otto anni fa da lavori di risanamento strutturale che hanno consentito di riaprirla dopo quasi un decennio di chiusura. Soluzione, quella di costruire un impianto sportivo accanto la Media “Lionello Petri”, che l’Amministrazione aveva già pensato nel giugno 2014, quando venne presentato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri un progetto preliminare, redatto dall’Ufficio tecnico, che prevedeva la realizzazione di un impianto sportivo di tipo polivalente coperto con una tensostruttura in acciaio e pvc, destinato alla pratica del calcio, della pallavolo e del basket. La spesa prevista era di 733mila 500 euro e il Comune di S. Teresa si era impegnato a cofinanziare l’opera per un importo di 147mila 435 euro, mentre 66mila euro sarebbero stati carico dei privati. Il bando al quale l’Ente partecipò venne però dichiarato incostituzionale e le speranze di ottenere i fondi si spensero pochi mesi dopo. Il sindaco, già a ottobre 2013, aveva promesso di accendere un apposito mutuo per iniziare i lavori entro giugno 2014: "Impegno di un ex giocatore di basket" - disse. Ma quella promessa non ebbe seguito.

Adesso, visto che l’Amministrazione non ritiene opportuno realizzare un’unica struttura destinata a varie discipline sportive, si guarda all’area di pertinenza della Media di via Fratelli Lo Schiavo come zona dove far sorgere un impianto per il basket, cosicché possa essere utilizzato anche dalla locale società sportiva di pallacanestro, l’Astamura, che da anni chiede di avere a disposizione un impianto idoneo all’attività agonistica, visto che l’attuale palestra di Bucalo non è omologabile per i campionati e la squadra è costretta ad allenarsi e a giocare le proprie partite casalinghe in altre strutture del territorio, per un periodo persino ad Antillo. Lo scorso aprile la Giunta ha affidato l’incarico per redigere il progetto esecutivo e se la strada indicata dovesse essere percorribile potrebbe essere la volta buona per realizzare l’opera.


COMMENTI

cittadino | il 24/01/2017 alle 19:26:23

Altra promessa in vista della campagna elettorale. Promessa come lo svincolo o il porticciolo o gli alberghi. Finora solo incari con i soldi di noi cittadini di santa Teresa. Vedi la caserma della finanza

Peppino | il 25/01/2017 alle 07:22:43

Respira cittadino.. Tanto ossigeno che mi sa che hai carenze Hai avuto lezioni e batoste in questi 5 anni , altri 5 ti aiuteranno ma non scordarti le bombole d'ossigeno per respirare!

giorgio mastrolindo | il 25/01/2017 alle 09:41:10

caro Con..cittadino...premesso che le promesse fanno parte di un programma di campagna elettorale...mi dici quali rincari hanno avuto i cittadini di Santa Teresa dall'acquisto della caserma della Guardia di Finanza?....Io credo che male che vada è stato un ottimo investimento finanziario! anche se sono convinto presto sarà utilizzata!

respira Peppino | il 25/01/2017 alle 13:34:49

Caro Peppino. Mi sa che il troppo ossigeno che hai respirato, per volontà superiore, ti ha reso euforico. Respira meno e cerca di guardare la realtà. La palestra, forse, si farà. In atto, da qualche anno, il basket non può allenarsi da nessuna parte, con l amministrazione che è complice di questa cosa e con il tuo "fornitore d'ossigeno" che parla di cose che non conosce a proposito di questo sport.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.