Lunedì 16 Dicembre 2019
Serviranno a integrare il finanziamento da 3,6 milioni concesso dalla Regione


Nuovo Liceo scientifico a S. Teresa, la Provincia stanzia 2,6 milioni

di Andrea Rifatto | 17/11/2015 | ATTUALITÀ

1847 Lettori unici

L'area dove è previsto il nuovo liceo

Importante passo avanti nell’iter per la realizzazione del nuovo Liceo scientifico a S. Teresa di Riva. La Città metropolitana di Messina ha infatti inserito nel Piano esecutivo di Gestione 2015, definito in conformità al Bilancio di previsione 2015 approvato dal commissario straordinario Filippo Romano il 5 novembre scorso, due voci di spesa relative alla quota di compartecipazione per la costruzione dell'edificio scolastico da adibire a Liceo scientifico ‘C. Caminiti’, opera dal costo complessivo di 6,3 milioni di euro. Tra le voci di spesa della VI Direzione-Servizi tecnici generali sono stati previsti 910mila euro (devoluzione mutuo) e ulteriori 1.744.346,30 euro per integrazione al mutuo, somme derivanti da avanzo di amministrazione, per un totale di 2.645.346,30 euro. Importo che va ad aggiungersi ai 3.645.643,70 euro (rispetto ai 4 milioni richiesti) già concessi all’ex Provincia nel novembre dello scorso anno dall’assessorato regionale dell’Istruzione e della Formazione professionale tramite finanziamento nell’ambito dell’Avviso pubblico "Interventi per l’edilizia scolastica-Delibera Cipe 94/2012", che ha stanziato per la Sicilia 34 milioni 500mila euro, provenienti dalle risorse residue del Fondo per la Sviluppo e la Coesione 2007-2013, per la realizzazione di nuovi edifici scolastici e la manutenzione di quelli esistenti.

Il progetto per la “Costruzione di un edificio scolastico da adibire a Liceo scientifico ‘C. Caminiti’, stralcio funzionale aule, laboratori e uffici”, già a livello esecutivo, si era piazzato al sesto posto con 55 punti. La Città metropolitana ha dunque rispettato l’impegno assunto con delibera del commissario Romano del 27 marzo 2014, quando vennero stabilità le modalità di cofinanziamento dell’opera. L’intervento è inserito nel Piano triennale delle Opere pubbliche 2013/2015: il progetto esecutivo, approvato il 28 marzo 2014, prevede lavori a base d’asta per 4 milioni 570mila euro e 1 mln 730mila euro per somme a disposizione. L’elaborato riguarda la costruzione di un edificio scolastico a due e tre piani fuori terra su un’area di 8550 metri quadri ricadente tra via Fiorentino e via Padre Giampietro, nel quartiere Bucalo, composto da vari corpi di fabbrica comprendenti aule scolastiche, aule speciali, spazi collettivi interni, biblioteca, aula magna, servizi didattici, e un corpo relativo a locali impianti, palestra polifunzionale, spazi collettivi all’aperto anche per l’educazione fisica, sistemazione esterna con parcheggi, marciapiedi e zone a verde in base alle esigente dell’Istituto. Elaborati su cui il Comune di S. Teresa ha apposto il visto di conformità urbanistica nel maggio 2012. Con i fondi a disposizione si potrà realizzare solo il primo lotto funzionale, costituito dai corpi aule e servizi e dalla sistemazione esterna, mentre la costruzione della palestra è stata rinviata ad un ulteriore futuro finanziamento, visto che Comune metterà nel frattempo a disposizione le proprie strutture sportive esistenti nella vicina via Campo Sportivo. 

“Un ulteriore passo in avanti molto importante – ha commentato l’ex consigliere provinciale Giuseppe Lombardo – : nei prossimi giorni tale impegno sarà trasmesso a Palermo e finalmente dopo 10 anni di peripezie si inizierà la costruzione del nuovo plesso del ‘Caminiti’. Il procedimento ha avuto inizio con l'amministrazione del sindaco Carlo Lo Schiavo e con l'ing. Claudio Pellegrino allora capo dell’Area tecnica, poi è proseguito con il primo cittadino Alberto Morabito ed ora speriamo di concluderlo sotto l'amministrazione di Cateno De Luca”.

Più informazioni: nuovo liceo santa teresa  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.