Venerdì 24 Maggio 2019
La nuova giunta guidata da Fabio Di Cara punta su sinergie e progetti per il territorio


Opere strategiche e servizi ai cittadini, l'Unione dei Comuni tenta il rilancio

di Andrea Rifatto | 13/07/2016 | ATTUALITÀ

1567 Lettori unici

L'ultima seduta del Consiglio dell'ente sovracomunale

Offrire servizi a livello sovracomunale e avviare la progettazione di opere strategiche per il territorio. Sono gli obiettivi della nuova giunta dell’Unione dei Comuni delle Valli Joniche dei Peloritani, presieduta dal sindaco di Forza d’Agrò Fabio Di Cara. Le iniziative in programma sono state esposte nel corso dell’ultima seduta del Consiglio, riunitosi a ranghi ridotti a Forza d’Agrò (presenti 9 consiglieri su 22) per approvare il bilancio di previsione 2015, esitato favorevolmente con notevole ritardo, e il Piano triennale delle opere pubbliche 2015/2017. “La mia non sarà una presidenza di rottura con quella precedente – ha subito spiegato Di Cara – ma voglio che l’Unione dia servizi ai cittadini dei comuni che ne fanno parte e non sia più un semplice ente erogatore di contributi”. In tale direzione il presidente lavorerà con gli assessori (e colleghi sindaci) Nino Bartolotta (Savoca), Marcello Bartolotta (Limina), Gaetano Argiroffi (Roccalumera) e Armando Carpo (Mandanici), ai quali si aggiunge il primo cittadino di Casalvecchio Marco Saetti, che continuerà a collaborare su alcune iniziative intraprese in passato. Tra i primi provvedimenti approvati dall’esecutivo un atto di indirizzo per la gestione unificata dei servizi di ragioneria comunali, in modo da poter avviare innanzitutto l’emissione delle buste paga per i dipendenti grazie all’utilizzo di un unico software, tra l’altro già acquistato negli anni scorsi e rimasto inutilizzato. “Un primo passo per ottimizzare le risorse economiche e umane riducendo il carico di lavoro degli uffici comunali” – ha spiegato Di Cara. L’Unione dei Comuni sta lavorando anche alla predisposizione di un parco progetti per opere e idee strategiche per il territorio: per tali finalità è stato approvato un atto di indirizzo per affiancare agli uffici tecnici comunali dei consulenti esterni in grado di redigere studi di fattibilità o progetti definitivi per provare poi a individuare le fonti di finanziamento. Le priorità sono la strada intervalliva Sant’Alessio-Antillo-Fondachelli Fantina, il lungomare unico da Sant’Alessio a Roccalumera, la strada Roccalumera-Pagliara-Mandanici-Castroreale e il marchio dei prodotti tipici dell’Unione. Il sindaco Saetti sta inoltre lavorando ad altre iniziative da inserire nel masterplan dell’Unione, che verrà approvato al prossimo Consiglio.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.