Martedì 18 Giugno 2019
L'assessore Marco Falcone scrive alla Regione per far attivare il Genio civile


Passerella sul Pagliara, "Riapertura e poi nuovo ponte". Esultano i sindaci

di Redazione | 20/03/2019 | ATTUALITÀ

418 Lettori unici | Commenti 1

Il sopralluogo di sabato scorso

Come promesso sabato scorso durante l’incontro con i sindaci, l’assessore regionale alle Infrastrutture e alla Mobilità, Marco Falcone, ha dato il via all’iter per giungere alla riapertura durante la stagione estiva della passerella sul torrente Pagliara, tra Furci e Roccalumera, per poi procedere alla demolizione e alla costruzione di un ponte stabile. Ieri l’esponente del governo Musumeci ha infatti inviato una nota al dirigente generale del Dipartimento regionale Tecnico, Salvatore Lizzio e per conoscenza ai sindaci Matteo Francilia e Gaetano Argiroffi, dando l’indirizzo di “voler incaricare il Genio civile di Messina alla redazione di una perizia, da valutare, eventualmente, anche con procedura di somma urgenza, per rimuovere tutti i pericoli presenti in corrispondenza della passerella, iniziando dalla disostruzione delle luci e della risagomatura dell'alveo del torrente, per consentire il regolare deflusso delle acque a mare. Tutto ciò deve essere propedeutico – scrive Falcone – alla redazione di un progetto specifico di demolizione dell'attuale manufatto e di ricostruzione di un nuovo ponte che tenga conto delle quote e della potenziale portata d'acqua del torrente. Nelle more si dispone che, attivati con la perizia tutti i necessari interventi di eliminazione del rischio, si autorizzi, temporaneamente, per il periodo che va dall'1 giugno al 30 settembre, la riapertura al traffico della passerella, onerando i sindaci di Roccalumera e Furci a sovraintendere alle necessarie attività d controllo, monitoraggio ed eventuale ordinaria manutenzione. Rimane inteso che dopo il 30 settembre – conclude la nota dell’assessore regionale – si proceda alla demolizione dell'attuale manufatto e alla realizzazione di un nuovo ponte che preveda tutte le condizioni di sicurezza. Per tale ragione risulta particolarmente utile procedere, sin da subito, alla redazione del progetto”.

Esultano i due sindaci. “Finalmente si mette mano concretamente alla realizzazione di un ponte stabile – commenta Matteo Francilia – era doveroso sollevare una ‘questione’ che sino ad oggi era stata sempre affrontata con grande superficialità. Adesso pulizia del torrente, revoca ordinanza di demolizione per aprire temporaneamente dall’1giugno al 30 settembre ed infine costruzione di un vero ponte stabile. Ringrazio l'assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone per aver dato seguito con i fatti agli impegni assunti sabato scorso”. Sulla stessa linea il collega Gaetano Argiroffi: “Sono particolarmente felice,  perché, con questo provvedimento dell'assessore regionale, finalmente si creano le condizioni per realizzare un ponte stabile e non occasionale sul torrente Pagliara, in forza del quale ogni interesse pubblico trova adeguata soluzione. Prima di tutto perché il normale fluire delle acque torrentizie è garantito. Secondariamente, perché il traffico viario riceve una adeguata soluzione alla congestione che ogni estate si verifica a causa della presenza di residenti e villeggianti in aumento vertiginoso. Terza cosa si crea una continuità territoriale tra Furci e Roccalumera gradita ad entrambe le comunità. Senza voler fare alcuna polemica, credo che nella circostanza la politica ha dato un buon esempio di sé, offrendo soluzioni auspicate dalla collettività, dimostrando che una altra politica è possibile”.

Più informazioni: passerella pagliara  


COMMENTI

Pippo Sturiale | il 20/03/2019 alle 18:21:21

Titolo: "Passerella sul Pagliara, "Riapertura e poi nuovo ponte". Esultano i sindaci". Ma nel corso dell'articolo si legge: "redazione di un progetto specifico di demolizione dell'attuale manufatto e di ricostruzione di un nuovo ponte che tenga conto delle quote e della potenziale portata d'acqua del torrente." Quindi RIAPERTURA, DEMOLIZIONE, NUOVO PONTE ! Speriamo che tra il secondo ed il terzo step non ci sia uno stop !

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.