Venerdì 19 Luglio 2019
Esperienza conclusa per il terzo anno: i ringraziamenti del Comitato alle Diocesi


Pellegrinaggio a Tindari di S. Carlo-S. Filippo, tra fede e forti emozioni

19/06/2019 | ATTUALITÀ

701 Lettori unici

La santa messa al rientro a San Carlo

Si è concluso nel segno della forte devozione il pellegrinaggio alla Madonna del Tindari organizzato per il terzo anno consecutivo dalle frazioni San Carlo e San Filippo di Casalvecchio Siculo. Partiti giovedì mattina, i circa 200 fedeli partecipanti, seguiti da una ventina di devoti a cavallo, hanno affrontato un lungo cammino di fede percorrendo a piedi i Monti Peloritani, fino a raggiungere nella giornata di venerdì il santuario della Madonna Nera, tra canti e preghiere, come la particolare recita del Santo Rosario in dialetto, accompagnati dalle note dei suonatori. Particolare momento è stato quello della benedizione dei cavalli, avvenuta venerdì pomeriggio ai piedi del santuario. Sabato i fedeli di San Carlo e San Filippo sono stati raggiunti da altri devoti partiti in pullman e dopo il tradizionale incontro al bivio per Tindari, tutti insieme hanno partecipato alla Messa. Al ritorno, dopo le soste nell’area “Dominisia Cavagna” di Casalvecchio, a Rimiti e a Misitano, l’arrivo a San Carlo, dove su incarico dell’arcivescovo Giovanni Accolla il parroco di Misserio, padre Carmelo Mantarro, ha celebrato la Santa Messa con la benedizione dei pellegrini rientrati dal viaggio, coadiuvato dal diacono Carmelo Ucchino. “Anche quest’anno è stato un pellegrinaggio molto emozionante, nel segno dell’attaccamento alla Madonna Nera che ci lega e ci spinge a compiere questo faticoso cammino per amore della Dolce Madre del Tindari – affermano i componenti del Comitato organizzativo – e ringraziamo tutti i partecipanti per l’ordine e la compostezza dimostrati, come riconosciutoci dal rettore del Santuario, don Giuseppe Gaglio della Diocesi di Patti, a cui porgiamo il nostro grazie per l'accoglienza. Ringraziamo particolarmente sua Eccellenza Mons. Giovanni Accolla, arcivescovo di Messina, per la disponibilità dimostrata e il vicario episcopale della zona jonica, padre Ettore Sentimentale, per la collaborazione”.

 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.