Lunedì 20 Gennaio 2020
Destinati 60mila euro ad 80 centri siciliani. Ben 24 sono in provincia di Messina


Biblioteche comunali, la Regione assegna i contributi

di Andrea Rifatto | 22/11/2013 | ATTUALITÀ

2806 Lettori unici

Il Dipartimento Regionale dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana, con un impegno complessivo di 60mila euro sul bilancio della Regione Sicilia, ha destinato ad 80 comuni siciliani un "contributo per la conservazione dei beni librari e per l'acquisto di pubblicazioni da assegnare alla biblioteche aperte al pubblico". La proposta nasce su iniziativa delle nove Soprintendenze ai BB.CC.AA della regione, che nei mesi scorsi avevano inviato all'assessorato ai Beni Culturali le proposte per i piani di intervento per le biblioteche comunali delle rispettive province, al fine di incrementare, aggiornare e tutelare il patrimonio bibliografico mediante l'acquisto di pubblicazioni, attrezzature, nonchè per destinare le provvidenze necessarie per un migliore funzionamento delle biblioteche stesse. Le proposte sono state condivise dall'assessorato guidato da Maria Rita Sgarlata, che ha stabilito di destinare all'iniziativa 60mila euro dal capitolo BB.CC.AA del bilancio finanziario 2013. Ottanta i comuni siciliani che riceveranno i contributi: 8 nella provincia di Agrigento per un importo totale di 6mila euro; 8 in provincia di Caltanissetta per un totale di 3mila 200 euro; 20 i comuni catanesi, che riceveranno complessivamente 10mila 900 euro; in provincia di Enna i 5 comuni proposti riceveranno in totale 2mila 550 euro. La provincia di Palermo riceverà 13mila 700 euro, suddivisi a 5 comuni; 2mila 700 euro lo stanziamento per i comuni ragusani ammessi; in provincia di Trapani 4 comuni riceveranno in totale 4mila 250 euro; Siracusa riceverà invece 4mila 700 euro per la biblioteca comunale-centro rete della città.
Ben 24 i comuni della provincia di Messina che riceveranno un contributo di 500 euro: Acquedolci, Alcara Li Fusi, Barcellona Pozzo di Gotto - Sez. “Oasi Ragazzi”, Basicò, Capo d’Orlando, Castel di Lucio, Castell’Umberto, Castroreale, Ficarra, Frazzanò, Furci Siculo, Gioiosa Marea, Gualtieri Sicaminò, Itala, Letojanni, Librizzi, Lipari, Malfa, Messina (biblioteca comunale e federazione italiana scuole materne), Militello Rosmarino, Mirto, Mistretta, Nizza di Sicilia.
L'erogazione delle somme avverrà in due soluzioni: l'80% del contributo verrà assegnato successivamente all'annotazione del decreto di finanziamento, firmato il primo ottobre scorso e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Sicilia il 22 novembre; il restante 20% in seguito alla presentazione della regolare documentazione giustificativa di spesa e previo nulla osta dell'unità operativa beni bibliografici ed archivistici della Soprintendenza BB.CC.AA. competente per territorio. Piccoli contributi per le nostre biblioteche pubbliche, spesso poco curate e non aggiornate con l'acquisto di nuovi volumi: sarebbe bene che i comuni dedicassero maggiore attenzione alla cultura e si prodigassero per incrementare il proprio patrimonio librario: leggere un libro aiuta a vivere meglio.

 

Più informazioni: cultura  biblioteche  finanziamenti  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.