Sabato 07 Dicembre 2019
Rigettata la richiesta di sospendere il verdetto che ha dato ragione alla ditta


Ricovero barche a Giardini, il Cga dice no al Comune: resta valida la sentenza del Tar

di Andrea Rifatto | 22/10/2019 | ATTUALITÀ

567 Lettori unici

L'area dove è in costruzione la struttura

Arriva un altro punto a favore della ditta “Pontile Walter” sulla vicenda della costruzione dell’area di rimessaggio barche sulla spiaggia di Giardini Naxos. Ieri il Consiglio di giustizia amministrativa di Palermo ha infatti rigettato la richiesta cautelare presentata dal Comune per ottenere la sospensione della sentenza di luglio del Tar di Catania (LEGGI QUI), con la quale è stato accolto il ricorso dell'imprenditore Walter Peri presentato contro la Soprintendenza ai Beni culturali e ambientali di Messina e Palazzo dei Naxioti (e nei confronti di Legambiente Sicilia e Legambiente Valle Alcantara-Giardini-Taormina, non costituitesi in giudizio) e sono stati annullati i provvedimenti di revoca dell’autorizzazione paesaggistica rilasciata il 10 aprile 2017 e del permesso di costruire del 25 ottobre 2018 per la realizzazione del ricovero barche sulla spiaggia naxiota di fronte al castello di Schisò. Il Comune di Giardini, difeso dall’avvocato Antonio Catalioto, puntava adesso in secondo grado ad ottenere la sospensione della sentenza del Tar ma i giudici del Cga hanno deciso che l’istanza di sospensione non merita accoglimento, “pur dovendosi demandare al merito la fondatezza dei motivi di appello”, evidenziando in questa fase “la carenza dell’evidente periculum in mora in quanto i rilievi sarebbero relativi, unicamente, alle modalità di realizzazione di un manufatto di circa 144 mq inserito nel corpo di un provvedimento concessorio relativo ad un’area di pubblico demanio di complessivi mq 1700” e perché “il giudice di primo grado individua nell’art. 150 delDdecreto legislativo 42/2004 lo strumento giuridico che consentirebbe, nell’immediatezza, all’Amministrazione di inibire ‘in ogni caso l’esecuzione dei lavori, sebbene autorizzati, che siano comunque capaci di recare pregiudizio al paesaggio’”. Dunque tutti i provvedimenti autorizzatori rilasciati alla ditta “Pontile Walter”, difesa dagli avvocati Carmelo Briguglio e Nunziato Medina, rimangono in piedi, in attesa del giudizio di merito. Il ricorso era stato presentato dal Comune di Giardini anche contro la Soprintendenza e nei confronti dell’Assessorato regionale dei Beni Culturali e dell'Identità siciliana, rappresentati dall’Avvocatura dello Stato.

Più informazioni: ricovero barche giardini  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.