Martedì 23 Luglio 2019
Per due anni se ne occuperà una ditta di Caccamo con una spesa di 67mila euro


S. Teresa. Aggiudicata l'assistenza personale agli studenti disabili

di Redazione | 16/02/2017 | ATTUALITÀ

1338 Lettori unici | Commenti 1

Aggiudicato a S. Teresa di Riva il servizio di assistenza igienico-personale per gli alunni portatori di handicap relativamente agli anni scolastici 2016/2017 e 2017/2018. Se ne occuperà la cooperativa sociale Amanthea di Caccamo (Pa), la stessa che si è aggiudicata il servizio di assistenza per l’autonomia e la comunicazione degli alunni portatori di handicap che frequentano le scuole di S. Teresa di Riva nell’anno scolastico 2016/2017, che ha ottenuto un punteggio totale di 100 e ha presentato un’offerta economica pari a un importo netto di 67mila 343 euro, con un ribasso dell’11% sulla base di gara pari a 75mila 667 euro. Al secondo posto si è classificata una società cooperativa di Aci Catena (Ct) che ha riportato  un punteggio complessivo di 91,31 (con un’offerta economica pari a 68mila 183 euro, ribasso del 9,89%). Sono state sei le ditte partecipanti: la gara si è svolta alla Centrale unica di committenza presso il Consorzio Tirreno Ecosviluppo 2000 di Venetico. La commissione era composta da Giuseppe Cotruzzolà (presidente), Gaetana D’Agostino (componente, esperto tecnico), Maurizio Cannizzo (componente, esperto giuridico) e Maria Grosso (segretario verbalizzante). La procedura negoziata per l’affidamento attraverso il sistema della gara telematica era stata autorizzata dal responsabile del procedimento, Massimo Caminiti, nell’agosto del 2016. La gara si era aperta lo scorso 5 gennaio, durante la quale la Commissione aveva preso atto delle istanze pervenute, verificato i requisiti dei partecipanti e poi assegnato i punteggi in base alla qualità progettuale di organizzazione e gestione del servizio (attività parascolastiche ed extrascolastiche previste, miglioramento dell’autonomia degli alunni portatori di handicap e figure professionali aggiuntive). 


COMMENTI

Stefania oliva | il 17/02/2017 alle 14:29:26

Intanto bisogna puntualizzare che la figura del l'assistente alla comunicazione e all'autonomia ,prevista dalla legge104 e seguenti integrazioni,dovrebbe essere presente dall 'inizio dell anno scolastico non arrivare a marzo,quando ormai L anno scolastico va chiudendosi,quando L attività didattica è avviata ,la normativa prevede anche la presenza degli educatori e dei pedagogisti,nel rispetto di una normativa pienamente disattesa,non basta garantire L assistente igienico-sanitario,figura che può essere sostituita dai collaboratori scolastici specificamente formati ma dare agli alunni diversamente abili,in base alle loro problematiche,figure professionali formate che insieme ai docenti si integrino in una totale presa incarico per attuare un vero progetto di vita che unisca in rete famiglia ,scuola ,territorio ,uffici sanitari e servizi sociali.Non mi pare che questa notizia sia positiva.....al contrario mi sembra indice di grande superficialità.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.