Sabato 16 Novembre 2019
Necessari per completare la cartografia. Slittano i tempi di consegna


S. Teresa, altri rilievi per il Piano regolatore: affidato un nuovo incarico

di Andrea Rifatto | 30/12/2018 | ATTUALITÀ

936 Lettori unici

La zona centro vista dall'alto

Sono necessari altri rilievi aerofotogrammetrici per completare la cartografia del Piano regolatore generale di S. Teresa di Riva, il cui schema di massima è stato approvato dal Consiglio comunale il 12 aprile 2017. Nei mesi scorsi l’Amministrazione, che in attesa dell’approvazione di competenza da parte del Dipartimento regionale dell’Urbanistica ha comunque portato avanti la procedura di redazione dello strumento urbanistico che S. Teresa attende da un trentennio, aveva esaminato insieme ai tecnici la bozza redatta dalla società di Firenze incarica nell’ottobre dello scorso anno di fornire i rilievi aerofotogrammetrici, su supporto digitale, alle scale 1:2000 del centro abitato e scala 1:500 delle frazioni, per una superficie di 165 ettari, visto che la Regione, dopo aver inviato la cartografia in scala 1:5000 e 1:10000 riferita a voli di rilievo del 2013, non è stata i grado di consegnare aggiornamenti più recenti. Adesso in sede di restituzioni in scala 1:2000 del centro abitato è stato riscontrato che la parte a monte della Panoramica Maria Teresa D’Austria (non oggetto di studio) risulta allo stato attuale intensivamente urbanizzata e in relazione ai riscontri delle restituzioni cartografiche e a seguito di una riunione con gli amministratori, il tecnico incaricato e il responsabile dell’Ufficio Urbanistica è stato richiesto alla ditta l’adeguamento della proposta per la restituzione in scala 1:2000 della parte di territorio rimanente, esteso a ulteriori 650 ettari, per un totale quindi di 800 ettari, con esclusione della parte di restituzione di scala 1:500, coincidenti con l’intero territorio. Il dirigente dell’Ufficio tecnico comunale, Francesco Pagano, ha quindi conferito un nuovo incarico, per una spesa complessiva di 21mila 823 euro, alla ditta toscana, che dovrà produrre aeroriprese del 2016, punti di appoggio fotografico, restituzione, ricognizione, editing ed elaborati di consegna. La cartografia definitiva, come annunciato lo scorso agosto dal sindaco Danilo Lo Giudice, era attesa per la metà di settembre ma i tempi di consegna si sono dunque prolungati di alcuni mesi. Solo dopo sarà possibile avviare la seconda fase per la redazione e l'approvazione del Piano regolatore generale. S. Teresa si appresta nel frattempo a festeggiare i 40 anni dall'approvazione del Programma di Fabbricazione, che in questi lustri ha consentito di realizzare scempi urbanistici in un territorio dove da pianificare c'è ormai ben poco.

Più informazioni: prg santa teresa di riva  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.