Venerdì 13 Dicembre 2019
Prima opera a partire del Bando Periferie. Il secondo lotto arriverà alla ferrovia


S. Teresa, appaltati i lavori della strada Moira-Massarenti: per adesso finirà nel "vuoto"

di Andrea Rifatto | 17/11/2019 | ATTUALITÀ

622 Lettori unici

L'inizio del tratto che verrà ampliato

Sarà il secondo lotto della strada di accesso ai complessi edilizi Moira-Massarenti il primo progetto che vedrà la luce dei quattro finanziati nel 2016 dal Governo nazionale al Comune di Santa Teresa di Riva con 2,2 milioni di euro del Bando Periferie urbane, ossia la ristrutturazione della palestra di Bucalo, la realizzazione del polo socio-sanitario nell’ex pretura e la riqualificazione del quartiere Giardino. L’Ufficio tecnico comunale ha infatti aggiudicato i lavori che riguardano la realizzazione della prosecuzione della strada di accesso dalla Statale 114 ai condomìni nel quartiere Sacra Famiglia verso monte fino al cavalcavia della ferrovia, dove per il momento finirà nel "vuoto" senza costituire alcun collegamento viario ma progettata nell’ottica futura di poter realizzare anche un terzo lotto che congiunga fino alla via Sparagonà. Gli interventi sono stati affidati al Gruppo Venere Srl di Vallelunga Pratameno (Caltanissetta) per l’importo di 104mila 480 euro, oltre oneri di sicurezza pari a 6mila 880 euro, con un ribasso del 29,4480% sull’importo di 154mila 970 euro. Alla procedura negoziata sono state invitate 15 ditte e 11 hanno presentato l’offerta. Il progetto esecutivo, redatto dall’ingegnere Franz Oliva di Roccalumera, prevede una spesa totale di 321mila 500 euro: le aree sono state acquisite dal Comune dai proprietari Paola Maria Moschella, Roberto Moschella e Giuseppa Petrina, per una superficie di 1.552 mq, che le hanno cedute per 111mila 744 euro, importo che insieme alle spese di progettazione, pari a 25mila 058 euro ed ad altri 9mila euro aggiunti in fase di aggiornamento degli elaborati, è coperto con fondi comunali, mentre il finanziamento governativo ammonta a 175mila 697 euro, assegnato alla Città metropolitana con cui il Comune di Santa Teresa di Riva ha regolato i rapporti tramite una convenzione che disciplina anche il trasferimento del finanziamento. Per ottenere l’anticipazione di liquidità finanziaria per la realizzazione della strada il Comune ha stipulato un contratto di finanziamento agevolato con la Cassa Depositi e Prestiti. “I lavori partiranno subito dopo le festività natalizie – annuncia il sindaco Danilo Lo Giudice – e si provvederà anche al recupero della vecchia sena per sollevare l’acqua con il rudere e alla realizzazione di una piccola area giochi”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.