Martedì 10 Dicembre 2019
Ordinanza del sindaco per regolamentare la sosta, consentita solo a 36 mezzi


S. Teresa. Caos nel parcheggio municipale: tolti i pass ai dipendenti

di Redazione | 02/02/2017 | ATTUALITÀ

1542 Lettori unici

Il parcheggio del municipio

Sosta selvaggia all’interno del parcheggio del municipio di S. Teresa di Riva, riservato ai dipendenti e agli amministratori comunali. Il sindaco Cateno De Luca ha deciso di emanare un’ordinanza per regolamentare l’utilizzo dell’area revocando il precedente provvedimento che regolava la materia, risalente all’aprile 2009. Nell’atto firmato dal primo cittadino viene stabilito che dal 6 febbraio saranno revocati tutti i pass attualmente in uso, che non avranno più validità, e sarà rilasciato un nuovo documento solo ai soggetti autorizzati: nel parcheggio municipale potranno sostare tutti i mezzi di proprietà dell’Ente, i veicoli di proprietà o in uso dei dipendenti che rivestono la qualifica di direttore di Area, responsabile dei Servizi e agenti e/o ispettori di polizia giudiziaria, i mezzi del sindaco, degli assessori, del presidente del Consiglio e del segretario comunale. “Considerato che gli inquilini del palazzo non vogliono essere esempio di ordine e sana convivenza – ha spiegato il sindaco – verranno revocati tutti i pass, perché non è possibile autorizzare la sosta di 95 mezzi quando vi sono soli 30 posti auto. Adesso verranno autorizzati solo 36 veicoli”. 

Buona parte dei dipendenti del Comune di S. Teresa, dunque, saranno costretti a lasciare l’auto altrove prima di recarsi sul posto di lavoro e sarà un’impresa ardua individuare uno stallo sia sul lungomare, dove nel tratto centrale del paese sono più le zone riservate che quelle per la sosta libera, che sulla Nazionale, dove sono in vigore i parcheggi a pagamento. Una problematica, quella della mancanza di aree di sosta soprattutto al Centro, che è rimasta irrisolta in questi anni. All’interno del parcheggio comunale, tra l’altro, gli stalli sono notevolmente diminuiti dopo l’acquisto di sei box in lamiera utilizzati come depositi e l’arrivo dei tre nuovi pulmini, che hanno occupato la parte destra dello slargo. L’accesso al parcheggio, inoltre, non è regolato da nessun sistema di chiusura: nonostante a dicembre 2014 siano stati spesi 6mila euro per lavori di ripristino del cancello automatico e la realizzazione dell’impianto di videosorveglianza, il cortile rimane accessibile a chiunque giorno e notte.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.