Lunedì 22 Luglio 2019
Crediti derivanti da otto sentenze per multe stradali. Affidati gli incarichi legali


S. Teresa, Comune a caccia di somme dovute da tre cittadini

di Andrea Rifatto | 01/04/2019 | ATTUALITÀ

1120 Lettori unici | Commenti 1

Il municipio di S. Teresa

Quasi 15mila euro mai versati al Comune di S. Teresa di Riva da cittadini usciti sconfitti da cause civili conclusesi favorevolmente all’Ente hanno portato la Giunta comunale ad avviare i procedimenti di recupero delle somme, con l’affidamento di tre incarichi legali che comportano una spesa di 7mila 350 euro. L’Amministrazione comunale ha infatti preso atto come nonostante gli ultimi solleciti di pagamento inviati lo scorso gennaio, non siano mai giunti nelle casse comunali 14mila 478 euro relativi a otto sentenze del Tribunale di Messina per cause civili scaturite da ricorsi presentati contro verbali di contestazione dalla Polizia municipale per violazioni al Codice della strada commesse negli anni scorsi negli stalli di sosta a pagamento. Nel primo caso si tratta di verdetti del 2018, per procedimenti relativi agli anni 2011 e del 2012 davanti al giudice di pace di S. Teresa, a seguito di sei ricorsi presentati dal signor Giuseppe Bonfiglio: il Tribunale ha accolto tutti i ricorsi del Comune annullando le sentenze del giudice di pace e ha condannato Bonfiglio alla rifusione delle spese processuali, pari a 2mila 687 euro per il primo grado e 8mila 362 euro per il secondo, per un totale di 11mila 050 euro. Un altro iter è stato avviato per recuperare somme dal signor Carmelo Paterini, a seguito di una sentenza del 2018 per una vicenda analoga del 2012: anche in questo caso il cittadino è stato condannato alle spese, pari a 447,94 euro per il primo grado e 1.266 per il secondo, per un totale di 1.714 euro. La terza delibera riguarda altri 1.714 euro non versati dalla signora Roberta Cacciola per un procedimento, nato sempre per violazioni al Codice della strada, che ha visto vincitore il Comune. Negli ultimi due casi i cittadini hanno contattato il Comune per cercare di rateizzare il debito ma la Giunta ha comunque deciso di procedere con la nomina del legale.


COMMENTI

Giuseppe Migliastro | il 01/04/2019 alle 21:24:00

Ma chi è questo signor Bonfiglio?? non è che per caso sia parente dell'ex assessore Giovanni Bonfiglio che ha votato a favore della delibera di G.M. n. 149 del 2012 con la quale si dava mandato al Comandante dei Vigili di annullare d'ufficio i verbali e di interrompere ove necessario gli eventuali giudizi in corso??? Oppure è quello stesso Bonfiglio che in seguito alla citata delibera si è visto liquidare somme dal comune di Santa Teresa di Riva che non ha proposto ricorso in appello per parecchi verbali???

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.