Martedì 21 Maggio 2019
Saranno 13 gli stalli per la sosta riservati a donne in gravidanza e neomamme


S. Teresa di Riva. Arrivano i “parcheggi rosa”

di Redazione | 22/05/2015 | ATTUALITÀ

1168 Lettori unici | Commenti 1

Un gesto di cortesia per le donne in gravidanza e per le neo mamme. Questo lo scopo degli "stalli rosa" realizzati a S. Teresa di Riva. I parcheggi saranno complessivamente 13, di cui 12 sul corso principale del paese, sulle via Regina Margherita e Francesco Crispi, in corrispondenza di uffici pubblici, attività commerciali e chiese, e uno nel quartiere Torrevarata, nei pressi dell’ufficio postale. Nei giorni scorsi una ditta privata ha installato la segnaletica verticale, mentre il Comune procederà alla realizzazione delle strisce che delimitano gli stalli con vernice rosa. Nel mese di novembre la Giunta comunale aveva approvato un apposito regolamento che disciplinerà il funzionamento degli stalli rosa, che avranno validità dalle 7 alle 21 di ogni giorno. Le donne in possesso dei requisiti necessari dovranno munirsi del contrassegno temporaneo rosa (Ctr) che sarà rilasciato dal Comando di Polizia municipale. I requisiti per ottenere il Ctr sono: essere in stato di gravidanza (certificato da un medico specialista); essere madre di figlio/a di età inferiore ad anni uno; essere residenti nel Comune di S. Teresa; essere in possesso della patente di guida in corso di validità di cat. B o superiore. La domanda per il rilascio del contrassegno deve essere presentata al Comando di Polizia municipale, compilata sull'apposito modulo. Bisognerà allegare fotocopia della patente di guida in corso di validità, certificato medico specialista attestante lo stato di gravidanza o certificato di nascita del figlio. Per ogni utente potrà essere rilasciato un solo Ctr su cui andranno trascritte le targhe (massimo due) delle autovetture che il titolare del contrassegno intende utilizzare nei “parcheggi rosa”. Durante la sosta il Ctr dovrà essere esposto sul cruscotto dell'auto. La singola sosta è consentita per un'ora e dovrà essere dimostrata evidenziando sul cruscotto il giorno e l'ora di arrivo. E' obbligo aver il figlio a seguito, pena il ritiro del Ctr in caso di accertamento negativo. I “parcheggi rosa” non sono contemplati dal vigente Codice della Strada, per cui l'iniziativa di riservare gli stalli di sosta alle donne incinte o con bambini piccoli si fonda esclusivamente sulla responsabilità e sul senso civico dei cittadini.


COMMENTI

Stefano Clari | il 22/05/2015 alle 12:11:10

Iniziativa giusta e lodevole , speriamo non finisca come con i pass invalidi con giovani 40enni ad usufruire dell'agevolazione del nonno a casa o in taluni casi morto da qualche tempo !

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.