Sabato 24 Agosto 2019
Riqualificazione per quasi un milione di euro. L'ombra di un ricorso sulla gara


S. Teresa, dopo sette anni aggiudicato l'appalto dei campi da calcio e tennis

di Andrea Rifatto | 11/12/2018 | ATTUALITÀ

984 Lettori unici

Il progetto per i campi da calcio e tennis

È stato aggiudicato ieri mattina l’appalto per la riqualificazione dei campi da calcio e tennis di S. Teresa di Riva. Il dirigente dell’Ufficio tecnico comunale, il geometra Francesco Pagano, ha firmato la determina che affida i lavori all'impresa Effe Costruzioni Srl di S. Teresa, così come indicato nella proposta di aggiudicazione siglata martedì scorso dalla commissione di gara della centrale unica di committenza del Distretto Taormina-Etna nell’ultima seduta (la quinta) svoltasi il 23 novembre. L’impresa santateresina ha ottenuto il maggior punteggio totale, pari a 94,39 punti su 100, a fronte di un ribasso offerto sull’importo dei lavori a base di gara pari al 5,1570%, di un rialzo percentuale pari al 650% sull’importo del canone di concessione posto a base di gara e una riduzione temporale pari al 20% sul tempo di esecuzione dei lavori, fissato adesso in 243 giorni rispetto ai 304 previsti dal bando. L’importo complessivo del contratto di appalto, a seguito dell’offerta presentata in fase di gara sull’importo di 1 milione 053mila, è stato dunque fissato in 955mila 991 euro, di cui 931mila 604 per lavori, oltre ad 24mila 387 per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso e 97mila 500 per canone annuo di gestione. Pagano, che ricopre anche il ruolo di responsabile unico del procedimento, ha verificato il possesso dei requisiti di capacità economico-finanziaria e tecnico-organizzativa della Eeffe Costruzioni e ha quindi aggiudicato l’appalto, che oltre alla riqualificazione degli impianti sportivi prevede anche la loro gestione per un anno in concessione. Il contratto d'appalto dovrà essere firmato entro 35 giorni e dunque il cantiere potrebbe aprire già a gennaio.

I lavori sono stati finanziati dalla Regione con 1 milione 335mila euro stanziati lo scorso anno con le risorse del Patto per il Sud destinate all’impiantistica sportiva. Il finanziamento era stato richiesto dal Comune nel 2011 con la partecipazione a un bando del Po Fesr Sicilia 2007-2013 e nel luglio 2013 il progetto era stato ammesso a finanziamento. Successivamente, però, le risorse furono revocate in quanto nel 2015 il governo nazionale azzerò l’apposito capitolo di spesa della Regione mandando in fumo i circa 50 milioni di euro che erano stati destinati a nuove opere e manutenzione straordinaria degli impianti sportivi in Sicilia. Lo scorso marzo il Comune ha avviato le procedure ristretta di gara, delegando la centrale di committenza del Distretto Taormina-Etna. Al termine dell’iter sono state due le concorrenti ammesse sulle sei che hanno fatto richiesta, la Effe Costruzioni e il raggruppamento temporaneo di imprese tra Consorzio Consital di Bologna e Ssd Fair Play società dilettantistica di Messina: la prima era stata però esclusa per l’assenza di un documento ma il 19 novembre è stata riammessa a seguito di un parere emesso dall’Autorità nazionale Anticorruzione, chiesto dalla Effe Costruzioni e dal Comune, nel quale è stato specificato che la ditta esclusa poteva usufruire del soccorso istruttorio per integrare gli atti mancanti. Consital-Ssd Fair Play, a cui in un primo momento la commissione di gara aveva formulato la proposta di aggiudicazione salvo poi riammettere la Effe Costruzioni dopo il parere dell’Anac, si è piazzato dunque al secondo posto e valuterà se presentare ricorso al Tar dopo aver esaminato tutti gli atti di gara.

Il progetto prevede la sistemazione dell'area di gioco con un manto in erba sintetica di; la sostituzione della recinzione del campo da calcio; il posizionamento di un box biglietteria all’ingresso; la realizzazione dell’impianto di irrigazione; la sistemazione delle tribune con la posa di seggiolini; l’ampliamento del campo da tennis con la creazione di una tribuna per gli spettatori; la sistemazione della zona antistante il campo da tennis, con la creazione di un’area di svago con chiosco e giochi per bambini; la ristrutturazione degli spogliatoi (due locali per il tennis, locale infermeria-pronto soccorso, due locali per il calcio e due per i direttori di gara) oltre ad un ufficio ed un locale deposito. Previsto l’abbattimento delle barriere architettoniche, la realizzazione di un impianto di pannelli solari termici per l’acqua calda sanitaria; il risparmio idrico ed energetico verrà inoltre incrementato con il riutilizzo delle acque meteoriche e di quelle provenienti dall’irrigazione; reti wifi per la copertura dell'intero campo sportivo.

Più informazioni: campo da calcio s. teresa  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.