Sabato 19 Ottobre 2019
Malumori e accuse sin dalle elezioni. Il sindaco convalida altri due eletti


S. Teresa, è guerra nel Comitato Barracca: si dimettono in due ma non è finita

di Andrea Rifatto | 26/09/2018 | ATTUALITÀ

1933 Lettori unici

Il Comitato Barracca con sindaco e assessore

È imploso al suo interno dopo neanche un anno il Comitato di quartiere Barracca-Catalmo di S. Teresa. I primi malumori si erano manifestati subito dopo la consultazione del 17 settembre 2017, soprattutto al momento della ripartizione delle cariche, e con il passare dei mesi la situazione nell’organismo presieduto da Maria Ragusa (vicepresidente è Marco Serri) è notevolmente peggiorata, con una vera e propria guerra intestina dovuta al fatto che non vi è mai stata comunione di intenti, con almeno due fazioni divise su tutto. E così due componenti, dopo mesi di battibecchi e parole grosse volate più sulle chat che di presenza, vista anche la difficoltà a indire le assemblee, hanno deciso di dimettersi: la prima è stata Rita D’Amico il 9 agosto, seguita il 10 settembre dalla segretaria Daniela Ucchino. Dimissioni irrevocabili, giunte dopo un tentativo di riappacificazione che ha visto coinvolti anche il sindaco Danilo Lo Giudice e l’assessore ai Quartieri Domenico Trimarchi, che però non ha sortito alcun effetto. Il primo cittadino ha quindi proceduto con le surroghe, aprendo le porte del Comitato Barracca-Catalmo ai primi due non eletti, Pietro Trovato e Vincenzo Nicotina. Altri due attuali componenti sarebbero però pronti a lasciare ed entrerebbe l’ultima della lista e unica rimasta non eletta, Antonina Perrone: in tal caso il Comitato rimarrebbe formato da 8 membri e non più da 9., numero comunque superiore al minimo per evitare lo scioglimento, ossia 5.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.