Martedì 17 Settembre 2019
Un chiusino stradale danneggiato crea disagi a pochi passi dal centro del paese


S. Teresa, fogna “a cielo aperto” e un quartiere vive tra odori nauseabondi

di Andrea Rifatto | 06/07/2019 | ATTUALITÀ

863 Lettori unici | Commenti 2

Il chiusino da dove fuoriescono i cattivi odori

Chi passa deve turarsi il naso accelerando il passo per uscire dalla “zona nera” e chi lì ci vive è costretto a convivere quotidianamente con i miasmi. Sono diverse a S. Teresa di Riva le zone dove gli odori nauseabondi di fognatura invadono le strade creando disagi ai residenti. Una di queste è a pochi passi dal centro cittadino, sulla via Francesco Crispi, tra le vie Del Gambero e Maria Grazia Cutuli, dove da uno dei chiusini per la raccolta delle acque piovane esistente ai margini del corso principale provengono ogni giorno cattivi odori, che con l’arrivo dell’estate e delle alte temperature non fanno che peggiorare una situazione già critica. Il tombino in questione, collegato con il vecchio canale fognario aperto che corre sotto il marciapiede, risalente all’epoca fascista, da diversi anni non è più dotato del sistema di sifonamento installato in tutti i chiusini delle vie Francesco Crispi e Regina Margherita durante l’amministrazione del sindaco Alberto Morabito, con un intervento che non venne eseguito a regola d’arte tanto che le griglie per impedire l’ingresso di sporcizia e rifiuti all’interno dei chiusini saltarono dopo poco tempo e anche alcuni sifoni sparirono negli anni, come in questo caso. Il risultato è che di fatto la fogna scorre praticamente a cielo aperto e gli odori fuoriescono all’esterno invadendo il quartiere, dove si trovano un bar, un panificio, una pasticceria, uno studio medico, una parrucchieria, un centro estetico e diversi altri esercizi commerciali, che subiscono ogni giorno disagi. I residenti, che da anni segnalano il problema, cercano di ovviare provando spesso a riempire d’acqua il pozzetto ma con scarsi risultati, in attesa che il Comune si decida a risolvere il problema: basterebbe installare nuovamente le curve in plastica per ricreare il sifone (vedi foto sotto), un intervento di poco conto.


COMMENTI

GG | il 06/07/2019 alle 12:26:39

L'articolo si commenta da solo. Non si può essere profumati solo indossando un buon profumo ma prima di tutto bisogna adottare le più elementari norme igieniche quella è la VERA BANDIERA BLU. Siamo amministrati da chi nelle ultime due amministrazioni i due sindaci in comizi diversi hanno detto: il primo … " faremo dell'edificio del liceo classico un grande albergo sul mare, faremo subito il Piano Regolatore e daremo ordine a questo paese" così come tante altre cose mai fatte. Il secondo … alla prossima puntata. Meditate gente … meditate. Di "cinema e varietà" ne abbiamo abbastanza.

Luigi Ferraro | il 07/07/2019 alle 13:31:22

mi dispiace non ci siano i mi piace su questo sito, se no 4 vce li metterei. Se parliamo di piano regolatore parliamo di accordi lunghi una vita. ergo accordi ..... ergo.... ve la devo dire tutta .... ?!?! che ve lo dico a fare

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.