Mercoledì 05 Agosto 2020
Il sindaco De Luca ha scelto il prof. Giuseppe Sturiale come consulente in materia


S. Teresa. Inquinamento elettromagnetico, nominato un esperto

di Redazione | 09/02/2016 | ATTUALITÀ

2841 Lettori unici | Commenti 4

il prof. Giuseppe Sturiale

Il sindaco di S. Teresa di Riva, Cateno De Luca, ha nominato ieri un esperto a titolo gratuito in materia di inquinamento elettromagnetico e ambientale. La scelta è ricaduta sul prof. Giuseppe Sturiale, 70 anni, docente di Matematica in pensione, che nei giorni scorsi ha presentato in municipio il proprio curriculum dal quale si evince la competenza in materia. Da qui la decisione del primo cittadino di provvedere alla nomina, considerato che nella pianta organica dell'Ente non vi sono figure che posseggono i requisiti professionali per assolvere ai compiti oggetto dell'incarico, in modo da avere un supporto nell'attuazione del programma politico-amministrativo riguardo all'inquinamento elettromagnetico e ambientale del territorio. Sturiale aveva partecipato il 6 gennaio scorso all'incontro tra l'Amministrazione comunale e i cittadini organizzato a Villa Crisafulli-Ragno: in quell'occasione aveva posto diversi quesiti al sindaco De Luca, che aveva apprezzato alcuni ragionamenti dicendosi disponibile ad avvalersi delle sue competenze nell'azione di governo. Annuncio che nel giro di un mese si è concretizzato con la nomina ufficiale. 

Il neo esperto, residente a S. Teresa di Riva, è componente del Comitato Jonico Beni Comuni, associazione di volontariato attiva a S. Teresa e in tutto il comprensorio che si prefigge di promuovere la partecipazione diretta dei cittadini alla vita politica del loro territorio, riconoscere e tutelare i beni comuni (acqua, aria, risorse energetiche, ambiente, suoli, mare, spiagge, istruzione, conoscenze, patrimonio storico, salute), quali beni essenziali e collettivi; impedire che i Beni Comuni siano oggetto di appropriazione e profitto di pochi e utilizzare strumenti di democrazia e gestione partecipativa. Negli anni ha condotto diverse battaglie per la tutela della salute dei santateresini, in particolare riguardo all'inquinamento elettromagnetico derivante dalla antenne per la telefonia: partecipò, infatti, al comitato di cittadini che ha lottato per giungere alla redazione di un Regolamento per l’installazione e la modifica degli impianti fissi di telecomunicazioni per telefonia cellulare e radiotelevisivi, approvato nel 2007 all'unanimità dal Consiglio comunale. 


COMMENTI

Santo Trimarchi | il 09/02/2016 alle 16:03:32

Ottima scelta del sindaco che finalmente ha nominato la persona giusta al posto giusto per competenza, esperienza e risolutezza per consentire di affrontare in modo definitivo la problematica dell'inquinamento ambientale, attesa con ansia e sollecitata con interesse da tutta la cittadinanza, preoccupata della salute e dalla mancanza di interventi risolutivi, nonostante le norme vigenti ed il consenso unanime di amministrazione e collettività!!!

Alberto Lo Passo | il 10/02/2016 alle 00:39:54

Ritengo che il Sindaco De Luca abbia fatto una scelta intelligente e plaudo alla disponibilità del prof.Pippo Sturiale per aver messo gratuitamente la sua capacità ed esperienza a disposizione dei cittadini su una materia ancora misconosciuta ( l'inquinamento elettromagnetico) ma sicuramente portatrice di effetti nocivi.

Cornelio Gasperini | il 10/02/2016 alle 16:42:07

anche un indice di pochissimi V/m, può causare danni, sia all'ambiente, che al corpo umano, contrariamente alle affermazioni dei Decreti Ministeriali, che lasciano, a mio parere, il tempo che trovano, e sono decretati, di solito, da Commissioni pariteticje quasi sempre di parte.- Noi viviamo avvolti dal " magnetismo terreste " equivalente ad un cabe che dorme, ma se viene svegliato elettricamente, diventa aggressivo e procura danno.- Lo Scrivente è un vittima dal 2005, reso invalido civile al 100x100, portatore di tutte le patologie che sono causa o concausa, dell'inquinamento elettromagnetico.- Fiumi d'inchiostro ha consumato, scrivendo a tutte le Istituzioni, Statali e Locali, ma nulla di fatto, silenzio tombale, pervhè intorno alle maledette ANTENNE, orbitano tanti interessi, ed oggi, ed è storia, per denaro vendono anche l'anima al diavolo.- Ritengo possa applicarsi il modificato Art. 452 bis del Codice Penale. Assumo la responsabilità di quanto disquisito, Cav. Cornelio Gasperini- ( Ispettore Provinciale di Igiene e Sanità Pubblica, in pensione )

Domenica Crupi | il 10/02/2016 alle 21:16:01

Mi rivolgo a NAMELESS, che non solo si nasconde dietro a questa dicitura perché non ha il coraggio di dire la propria opinione a voce alta, ma parla di ciarlatano e di antenne che non fanno male. Senti, NAMELESS, ma perché non ti metti a studiare invece di dire stupidaggini e comincia ad informarti sulle cose serie della vita. Oppure tu sei uno/una di quelli che si sono fatti mettere l'antenna sulla casa, si prendono un sacco di soldi alla faccia della salute pubblica?

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.