Lunedì 17 Giugno 2019
Gare senza pubblico, poi la Jonica traslocherà. Tutto liscio nella gara d'appalto


S. Teresa, la Polizia chiude le porte del Comunale. Ma si avvicina l'ora dei lavori

di Andrea Rifatto | 11/01/2019 | ATTUALITÀ

866 Lettori unici

Il campo comunale di Bucalo

A chiudere i cancelli del campo da calcio di S. Teresa di Riva, ancora prima del Comune per consentire l’avvio dei lavori di ristrutturazione, ci ha pensato la Polizia. Non di tutta la struttura, sia chiaro, ma esclusivamente delle tribune riservate al pubblico, in quanto il Commissariato di Pubblica di Sicurezza di Taormina si è “ricordato” nuovamente dell’inagibilità degli spalti del vecchio Comunale e dunque ha diffidato le società di calcio a far entrare gli spettatori, vista l’assenza della licenza di pubblico spettacolo. Così la Jonica, che milita nel campionato di Eccellenza, domenica dovrà giocare a porte chiuse la gara contro il Santa Croce, valevole per la 17esima giornata. E sarà così anche per le due successive gare interne, il 20 gennaio contro l’Atletico Catania e il 3 febbraio contro il Real Aci. Poi dal 17 febbraio, la società santateresina saluterà il campo dove ha scritto la sua storia per proseguire il torneo di Eccellenza al “Mario Lo Turco” di Letojanni. “Abbiamo trovato ospitalità – spiega il presidente della Jonica, Domenico Saglimbene – grazie all’Amministrazione comunale e al sindaco Alessandro Costa, che è stato molto cortese a metterci a disposizione il campo. Completeremo lì la stagione, con la speranza di poter ripartire a settembre a S. Teresa”. Il primo cittadino di Letojanni sta predisponendo gli interventi da attuare al “Mario Lo Turco”: “Stiamo programmando il posizionamento dei bagni chimici per le tribune e la sistemazione degli spalti – spiega Costa – il resto dovrebbe andare bene, anche se ovviamente non abbiamo una struttura perfetta e l’ho fatto già presente alla dirigenza della Jonica durante l’incontro che abbiamo avuto per discutere della questione”.

Per il Comunale di S. Teresa è vicina l’ora della chiusura totale, al di là dei provvedimenti di ordine pubblico. Ieri scadevano i 30 giorni dalla firma dell’aggiudicazione definitiva dei lavori di ammodernamento da 955mila euro appaltati all’impresa santateresina Effe Costruzioni e in municipio non è giunto alcun ricorso contro le procedure di gara. La seconda classificata, infatti il raggruppamento temporaneo di imprese tra Consorzio Consital di Bologna e Ssd Fair Play società dilettantistica di Messina con la partecipazione della cooperativa Archimede di Sant’Alessio, ha deciso di rinunciare ad ogni azione, benché sarebbero stati rilevati gli estremi per avanzare ricorso, preferendo far partire i lavori e non bloccare la realizzazione di un’opera molto attesa dalla collettività, evitando di far correre il rischio di perdere il finanziamento. Il contratto d’appalto tra Comune ed Effe Costruzioni verrà firmato la prossima settimana e tra fine gennaio ed inizio febbraio partiranno i lavori. Per ammirare il nuovo impianto sportivo bisognerà attendere otto mesi.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.