Domenica 17 Novembre 2019
L'Ufficio Tecnico chiede una nuova fornitura. Ma ogni anno si rompono decine di piastrelle


S. Teresa. "La spiaggia si è allungata", necessarie più mattonelle per le rampe

di Gianluca Santisi | 25/06/2015 | ATTUALITÀ

1350 Lettori unici

I percorsi in spiaggia e le mattonelle distrutte

Non sono risultate sufficienti, nemmeno quest’anno, le mattonelle in cemento utilizzate dall’Amministrazione comunale di S. Teresa di Riva per allestire le rampe di accesso all’arenile. Così come durante la scorsa stagione, la Giunta è stata costretta a stanziare i fondi per disporre una nuova fornitura. La spesa ammonta a complessivi 3mila e 660, Iva inclusa. Nei giorni scorsi, l’Ufficio Tecnico Comunale aveva comunicato che “la ditta incarica del posizionamento delle mattonelle in cemento sulle rampe di accesso all’arenile demaniale ha portato a conoscenza l’ufficio dell’insufficienza del numero di mattonelle a disposizione per il completamento del lavoro affidatogli”. “Tale mancanza – hanno spiegato i tecnici comunali – è da imputarsi sia al maggior numero di rampe da realizzare rispetto a quelle degli anni precedenti che alla maggior larghezza dell’arenile nelle zone periferiche del paese a causa del ripascimento naturale verificatosi nel corso della stagione invernale”. Buone notizie, dunque, visto che anche lo scorso anno si era verificata una situazione analoga, con identica motivazione espressa per l'acquisto di nuove mattonelle. Quello che la relazione non dice, però, è che nell'area di piazza Mercato utilizzata per lo stoccaggio delle piastrelle in cemento durante la stagione invernale sono ben visibili due bancali di mattonelle rotte e quindi inutilizzabili. Forse sarebbe necessario prestare maggiore attenzione durante le operazioni di rimozione che vengono effettuate alla fine di ogni stagione estiva. La Giunta, per quest'anno, ha disposto l’acquisto di ulteriori 600 mattonelle in cemento della dimensione di 50x50 centimetri dal costo unitario, non proprio economico, di 6,10 euro, Iva inclusa, per un totale di 3mila e 660 euro.
Intanto, sempre in tema di interventi estivi, è stato aggiudicato dai competenti uffici comunali il servizio di derattizzazione, deblatizzazione e disinfestazione del territorio comunale. Se ne occuperà una ditta di Furci che ha offerto un ribasso significativo, il 39,01% su un importo a base d’asta di 5mila euro. L’importo contrattuale sarà quindi di 3mila e 49 euro. Alla procedura negoziata erano state invitate cinque ditte ma solo in tre aveva presentato offerta. Gli altri due ribassi si sono fermati al 7,73%, nel caso di una ditta di S. Teresa, e al 16,06%, offerto da una ditta di Sant’Alessio.

Mattonelle accatastate nell'area ex Stat




COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.