Domenica 16 Dicembre 2018
Avviato l'iter per il riconoscimento di comune accessibile al turismo disabile


S. Teresa, l’Amministrazione prova ad "acquistare" la Bandiera Lilla

di Andrea Rifatto | 07/12/2018 | ATTUALITÀ

406 Lettori unici

Dopo la Bandiera blu, quella Lilla di comune accessibile ai disabili. Se nel primo caso è un obiettivo raggiunto già da due anni, nel secondo è un traguardo a cui l’Amministrazione comunale del sindaco Danilo Lo Giudice sta puntando. Si tratta di un riconoscimento, assegnato da una cooperativa sociale con sede a Savona, in Liguria, che può essere richiesto da tutti i Comuni italiani con l’obiettivo di favorire il turismo da parte di persone con disabilità, premiando e supportando quelle amministrazioni – e anche gli operatori privati – che, con lungimiranza, prestano una particolare attenzione a questo target turistico. A S. Teresa la proposta è arrivata nelle scorse settimane e la cooperativa sociale “Bandiera Lilla”. Per ottenere la Bandiera Lilla è necessario sborsare la somma di 5mila euro, come quota per la valutazione e lunedì la Giunta, su proposta dell’assessore alle Pari Opportunità Annalisa Miano, ha deliberato l’adesione al protocollo e l’approvazione del relativo schema assegnando l’importo agli Uffici comunali, dopo che la cooperativa “Bandiera Lilla” ha già comunicato l’esito positivo del primo report di valutazione. Il processo proseguirà adesso con la compilazione di un questionario online e un’analisi territoriale. Entro 30 giorni dovranno essere versati i primi 1.750 euro, altri 1.750 dopo la compilazione del questionario affinché si possano conoscere gli esiti dello stesso e 1.500 euro dopo l’analisi territoriale e prima di conoscere l’esito definitivo e finale della valutazione. La terza e ultima rata non è dovuta in caso di esito negativo del risultati dell’analisi territoriale. L’eventuale riconoscimento avrà validità per il biennio 2018/2019.

L’iter è seguito dall’assessore Annalisa Miano: “Riteniamo che S. Teresa possa puntare a questo obiettivo perché è un paese che offre numerose servizi ai diversamente abili e dove si opera all’insegna della massima inclusività – spiega – affinché la disabilità non sia vista come un problema ma un valore”. In Italia per il biennio 2018/2019 sono 19 i comuni che hanno ottenuto la Bandiera Lilla; solo uno in Sicilia, Avola. I parametri generali utilizzati per la valutazione sono divisi per quattro aree di valutazione e sono riferiti alla disabilità motoria, visiva, uditiva e alle patologie alimentari: Comunicazione e Informazione, Accessibilità luoghi e strutture, Impianti sportivi, Mobilità e parcheggi. Ovviamente un comune Bandiera Lilla non è un comune perfettamente accessibile in ogni sua parte e neanche S. Teresa, qualora ottennesse l’attestazione, lo sarà in quanto sono diverse le zone dove un diversamente abile ha difficoltà a spostarsi. Si tratta comunque di un’opportunità per rendere accessibile buona parte di ciò che può esserlo e migliorare costantemente la propria accessibilità turistica, oltre che segnale di attenzione e sensibilità verso il turismo disabile con l'accento su disabilità motoria, visiva, auditiva e patologie e intolleranze alimentari.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.