Martedì 20 Agosto 2019
La Città metropolitana ha eseguito gli interventi dopo i distacchi di calcinacci


S. Teresa, messi in sicurezza i prospetti dei licei: riaprono tutti gli ingressi

di Andrea Rifatto | 20/12/2018 | ATTUALITÀ

271 Lettori unici

La messa in sicurezza dei cornicioni

Così come per i licei di Giardini, la Città metropolitana ha mantenuto gli impegni presi con l’Istituto superiore “Caminiti-Trimarchi” per quanto riguarda la messa in sicurezza dell’edificio centrale di S. Teresa, che ospita Classico e Scientifico. In questi giorni sono stati eseguiti i lavori di sistemazione dei cornicioni e dei parapetti pericolanti, che negli ultimi due mesi hanno costretto la popolazione scolastica a subire disagi per via di ingressi interdetti e porzioni di cortile transennate, non senza quale lamentele finite anche sui tavoli del sindaco Danilo Lo Giudice. L’ex Provincia, come aveva promesso il 30 novembre il sindaco metropolitano Cateno De Luca durante un incontro degli studenti (insieme a Lo Giudice), ha incaricato una ditta che è intervenuta con una gru dal cortile e da piazza Municipio, procedendo alla protezione con una speciale malta delle armature metalliche rimaste scoperte dopo gli interventi di rimozione del calcestruzzo, eseguiti in buona parte dai Vigili del Fuoco il 24 ottobre, e ha installato sui parapetti e sui cornicioni dell’edificio scolastico una rete anticaduta in nylon per evitare il distacco di eventuali altre parti di cemento che potrebbero precipitare al suolo.

Già da ieri mattina l’ingresso principale dei due licei è tornato nuovamente fruibile, dopo essere stato chiuso il 20 ottobre su disposizione della dirigente scolastica del “Caminiti-Trimarchi”, Carmela Maria Lipari, per evitare rischi per chiunque si trovasse a transitare in quella zona. Stessa decisione adottata per l’ingresso laterale da cui si accede al piano terra dello Scientifico, anch’esso sbarrato e tornato adesso percorribile grazie ai lavori di messa in sicurezza: gli studenti potranno quindi utilizzarlo normalmente ed evitare di dover compiere un giro più lungo passando anche all’esterno della scuola per accedere da un altro cancello sul retro e utilizzare la scala d'emergenza. Fino a ieri l’accesso per gli uffici di segreteria e presidenza da parte degli alunni del Classico, del personale docente e non docente e dell’utenza esterna è avvenuto al piano terra attraverso la biblioteca, mentre gli alunni dello Scientifico e del Liceo Scienze applicate hanno utilizzato la scala di emergenza sul retro. Disposizioni transitorie adesso superate. Gli interventi disposti dalla Città metropolitana sono costati complessivamente circa 12mila 334 euro e serviranno per tamponare le principali criticità dei prospetti esterni della struttura, che nonostante siano stati rifatti circa dieci anni fa presentano diverse lesioni e necessitano quindi di ulteriori lavori. All’ex Provincia sembrerebbe vi sia già un progetto per una spesa di circa 80mila euro ma l’ostacolo principale rimane la carenza di fondi in bilancio.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.