Giovedì 23 Maggio 2019
Fondi non sufficienti per installare i quattro semafori previsti sul lungomare


S. Teresa, niente finanziamento per gli attraversamenti pedonali per non vedenti

di Andrea Rifatto | 23/02/2019 | ATTUALITÀ

468 Lettori unici

Uno dei punti dove è previsto il semaforo

Niente finanziamento per S. Teresa di Riva per la realizzazione di attraversamenti stradali semaforizzati adeguati alle esigenze dei non vedenti. La Direzione generale per la Sicurezza stradale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha pubblicato il decreto e la graduatoria dei progetti e tra questi quello presentato dall’Amministrazione comunale santateresina figura tra gli ammessi ma non tra i finanziati, in quanto i fondi non sono al momento sufficienti. Le risorse finanziarie attualmente disponibili sono pari ad 673mila euro e vista la numerosità delle istanze pervenute possono essere immediatamente ammessi alla erogazione del finanziamento, e conseguentemente al prosieguo delle procedure di attuazione, solamente 19 Comuni su 53, utilmente collocati in graduatoria sino ad esaurimento delle risorse. Il Ministero potrà provvedere all’ulteriore impegno nel corso dei prossimi anni finanziari, quando verranno assegnate le nuove risorse. S. Teresa si è piazzato in 20esima posizione e per soli dieci punti decimali non è rientrata dunque tra i Comuni che ottengono i fondi. Il Ministero ha fatto però presente che essendo la graduatoria vigente fino al 31 dicembre 2021, qualora fossero assegnate ulteriori risorse finanziarie sul relativo capitolo di spesa si provvederà allo scorrimento della stessa graduatoria, impegnando le somme necessarie. L’ente santateresino aveva presentato un’istanza di finanziamento da 60mila euro redatto dal dirigente dell’Ufficio tecnico comunale, il geometra Francesco Pagano, che prevedeva in aggiunta un cofinanziamento comunale da 30mila euro: quattro gli attraversamenti semaforizzati previsti nell’elaborato: due sul lungomare Giovanni Falcone, a Barracca all’altezza di via Franca (in corrispondenza della piazzetta Galassiopea) e all’incrocio con via Torrente Portosalvo, mentre altri due sul lungomare Paolo Borsellino all'altezza delle piazze Municipio al centro e Marina Militare Italiana a Bucalo, in zone  particolarmente pericolose per persone affette da disabilità visiva. Attraversamenti progettati con segnalazioni acustiche, pavimentazione e percorso tattile che permette al disabile visivo di riconoscere il luogo dove poter transitare in sicurezza. Responsabile unico del procedimento per il Comune è l’ispettore capo della Polizia municipale Domenico Centorrino.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.