Martedì 23 Luglio 2019
Riconoscimento assegnato su istanza dell'Amministrazione. Sabato la consegna


S. Teresa ottiene la Bandiera Lilla: è comune accessibile al turismo disabile

di Andrea Rifatto | 16/04/2019 | ATTUALITÀ

819 Lettori unici | Commenti 1

Sindaco, assessori e consiglieri di maggioranza

Dopo la Bandiera blu, arriva quella Lilla di comune accessibile ai disabili per S. Teresa di Riva. Ad assegnare il riconoscimento è stata la cooperativa sociale “Bandiera Lilla” di Savona, a seguito della richiesta presentata dall’Amministrazione comunale lo scorso dicembre su iniziativa dell’assessore Annalisa Miano, soggetto che opera con l’obiettivo di favorire il turismo da parte di persone con disabilità, premiando e supportando quelle amministrazioni – e anche gli operatori privati – che, con lungimiranza, prestano una particolare attenzione a questo target turistico. Per ottenere la Bandiera Lilla il Comune ha dovuto seguire l’iter previsto dalla cooperativa, versando in totale la somma di 5mila euro come quota per la valutazione, la compilazione di un questionario e l’analisi territoriale ai fini della valutazione. Il riconoscimento ha validità per il biennio 2018/2019 e verrà consegnato ufficialmente sabato 20 aprile a Bologna Fiere in occasione di Exposanità, fiera internazionale del settore sociosanitario: a consegnare le Bandiere Lilla ai sindaci sarà la madrina della cooperativa, la scrittrice Simonetta Agnello Hornby. La cerimonia sarà preceduta da un seminario gratuito sulla progettazione accessibile rivolto ai tecnici comunali. In Italia per il biennio 2018/2019 erano 19 i comuni che hanno ottenuto la Bandiera Lilla, di cui solo uno in Sicilia, Avola. Adesso con S. Teresa salgono a 20. I parametri generali utilizzati per la valutazione sono divisi per quattro aree di valutazione e sono riferiti alla disabilità motoria, visiva, uditiva e alle patologie alimentari: Comunicazione e Informazione, Accessibilità luoghi e strutture, Impianti sportivi, Mobilità e parcheggi.

L’accessibilità a S. Teresa. La valutazione ha riguardato zone ed edifici pubblici ritenuti a elevata accessibilità, che hanno ottenuto tutte come giudizio "buono" per quanto riguarda la fruibilità in carrozzina: il lungomare (“lato mare facilmente percorribile, sul lato monte alcuni passaggi mancano di adeguati scivoli”), parco giochi Palazzo della Cultura, piazza Marina Militare Italiana, giardino Palazzo della Cultura (segnalata l’assenza di giochi inclusivi), piazza 8 Marzo, piazza Sant’Anna (segnalata l’assenza di giochi inclusivi), municipio, biblioteca, Palazzo della Cultura, palestra comunale. Per quanto riguarda i parcheggi vengono rilevati 20 posti riservati ai disabili sulla Statale 114 e 20 sul lungomare, oltre gli stalli presenti in corrispondenza delle tre chiese e davanti ai sette plessi scolastici, con la possibilità di sostare gratuitamente anche nelle aree a pagamento per le auto che espongono il contrassegno per disabili. Altri edifici sono tuttora in fase di valutazione a seguito di adeguamenti; sui campi da calcio e tennis verranno date informazioni una volta ultimati i lavori, così come la spiaggia sarà valutata non appena montate le attrezzatura per la prossima stagione balneare. “Le zone interne non possono essere considerate facilmente accessibili, come accade per molti comuni costieri – viene specificato – data la particolare conformazione urbanistica caratterizzata da marciapiedi particolarmente alti e stretti. È apprezzabile l’impegno profuso nel rendere accessibili tutte le zone modificabili in tal senso”. Proprio nelle prossime settimane prenderanno il via sul lungomare degli interventi di abbattimento delle barriere architettoniche sui marciapiedi in corrispondenza delle traverse.

"Questo risultato per noi rappresenta un punto di partenza per portare avanti ulteriori iniziative ed erogare servizi sempre più efficienti e puntual - commenta il sindaco Danilo Lo Giudice - che, certamente, ci consentiranno di rendere la nostra comunità più vivibile, favorendo un turismo accessibile". L’assessore Miano ha aggiunto: "Sono molto soddisfatta del raggiungimento di questo risultato. Il nostro obiettivo è tenere sempre accesi i riflettori su questa delicata tematica sensibilizzando la cittadinanza ad una maggiore inclusione. Non dobbiamo pensare che la disabilità sia qualcosa lontana da noi, purtroppo, ognuno può trovarsi in questa situazione in qualsiasi momento della vita".


COMMENTI

Carmelo Paolo Bucceri | il 16/04/2019 alle 12:08:53

complimenti all'amministrazione comunale , come disabile sono fiero che si pensa anche a noi non abili. Questo è un segnale di attenzione verso tutti

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.