Sabato 14 Dicembre 2019
Iniziativa del Comune per il secondo anno. Percorsi, orari e tappe del bus


S. Teresa, partito il servizio navetta: più fermate per scoraggiare l'uso dell'auto

di Andrea Rifatto | 15/07/2019 | ATTUALITÀ

633 Lettori unici

La navetta questa mattina sul lungomare

Partito oggi il servizio navetta a S. Teresa di Riva. Il bus ha iniziato la prima corsa alle 7.45 ma durante la mattinata si è dovuto fermare per un problema tecnico ed è rimasto bloccato per circa un’ora, prima di tornare su strada una volta risolto l’inconveniente. La navetta, noleggiata da una ditta di trasporti e condotta dai dipendenti comunali, si muoverà su due linee da nord a sud e viceversa, in tre percorsi che collegano il centro con i quartieri alternativamente da est a ovest (andata) e da ovest a est (ritorno). Tre i capolinea, rispettivamente zona Bucalo (nord), zona Barracca (sud) e quartiere Giardino (ovest), per un totale di 45 fermate lungo i rispettivi percorsi, sette in più rispetto allo scorso anno. La novità principale è rappresentata dalle nuove fermate istituite sulla Statale 114 (chiesa Madonna del Carmelo, intersezione via Dei Fabbri, chiesa Portosalvo e angolo via Gualtieri) e sula via Roma nel quartiere Torrevarata, per cercare di offrire un servizio migliore agli utenti e permettere loro di poter utilizzare il mezzo più facilmente. Oggi e domani, in occasione della festa della patrona, le corse saranno gratuite; da mercoledì bisognerà pagare il biglietto, avvistabile nelle tabaccherie, al Comune o direttamente a bordo, del costo di 1,20 per una corsa singola, 2,50 per quello giornaliero e 10 euro per l’abbonamento settimanale. Le fermate sono sostanzialmente quelle autorizzate già lo scorso anno dall’Assessorato regionale Trasporti, che il 25 giugno ha dato parere favorevole all'istituzione del servizio di linea comunale a carattere stagionale dopo il sopralluogo eseguito a S. Teresa il 12 giugno. Nei giorni scorsi il Comune ha quindi realizzato la segnaletica in corrispondenza delle fermate per consentire da oggi l’avvio del servizio.

Niente fermate sulla Statale 114 al centro del paese, ad esempio all’altezza di piazza Municipio. Per istituire altre soste la Regione aveva chiesto la realizzazione di marciapiedi e pensiline e dunque l’Amministrazione ha preferito accantonare questa ipotesi per evitare il prolungamento dei tempi. Dunque un utente che parte dal capolinea di Bucalo e deve raggiungere il palazzo comunale o la stazione ferroviaria si vede quindi costretto a fare tutto il giro sulla Statale 114 e poter poi scendere al centro sul lungomare, dopo 21 minuti a bordo del bus. “La nostra è una sfida – spiega il sindaco Danilo Lo Giudice – quella di tentare di cambiare una mentalità che spesso ci porta ad usare l’auto anche per spostamenti minimi. Non sarà facile, ma noi vogliamo crederci e per questo che continuiamo a sensibilizzare la comunità in tal senso. Ringrazio il comandante della Polizia municipale Diego Mangió che insieme all’ispettore capo Domenico Cintorrino hanno curato da due mesi l’istruttoria autorizzativa, oltre che i nostri autisti che ci hanno dato dei suggerimenti importanti sul percorso”. Nel 2018 l'esperimento ebbe uno scarso riscontro e il bus rimane quasi perennemente vuoto. Si spera quest'anno i santateresini e i turisti lo utilizzino con più frequenza.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.