Sabato 21 Settembre 2019
Affidato l'incarico a un ingegnere grazie ai fondi stanziati dal governo


S. Teresa, partono le verifiche sulla sicurezza sismica di due scuole

di Andrea Rifatto | 12/11/2018 | ATTUALITÀ

451 Lettori unici

Il plesso scolastico di Cantidati

Sarà l’ingegnere Antonino Melato di Alì Terme ad eseguire le verifiche di vulnerabilità sismica su due plessi scolastici cittadini individuati nei mesi scorsi dall’Amministrazione comunale per partecipare ad un bando del Ministero della Pubblica Istruzione che assegnava contributi per verifiche e adeguamenti negli edifici pubblici adibiti ad uso scolastico. Il professionista si è aggiudicato l’incarico dopo essere stato invitato dal Comune a partecipare alla procedura con il criterio del prezzo più basso e ha offerto un ribasso pari a 12,60% sull’importo a base d’asta vincendo la gara per un importo complessivo delle competenze tecniche per le prestazioni pari a 12mila 535 euro compresa Iva. Lo scorso marzo il Comune di S. Teresa ha partecipato a un avviso pubblico del Miur, emanato in collaborazione con il Dipartimento della Presidenza del Consiglio dei Ministri Casa Italia e con il Dipartimento della Protezione civile e si è piazzato in posizione utile in graduatoria ricevendo 104mila 912 per la scuola di Cantidati, di cui 9mila 837 per la verifica sismica e 95mila 075 per la progettazione, con un cofinanziamento comunale di 5mila 523 euro; altri 55mila 943 euro per la scuola di Sparagonà, di cui 4mila 505 per la verifica e 51mila 448 per la progettazione, con un cofinanziamento di 2mila 946 euro. Dopo la pubblicazione delle graduatorie sono stati sottoscritti tra il Dipartimento Casa Italia e il Comune le apposite convenzioni per la disciplina dei rapporti tra le parti in esito al finanziamento degli interventi e si procederà adesso all’esecuzione delle verifiche di vulnerabilità sismica sui due edifici scolastici, così da aggiornare quelle precedenti risalenti al 2010, per poi predisporre i progetti di adeguamento alla normativa antisismica vigente e mettere in sicurezza le scuole di Cantidati e Sparagonà, in modo da rendere pienamente sicuri gli ambienti scolastici sotto il profilo strutturale.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.