Martedì 21 Maggio 2019
La scoperta durante i lavori pagati dal Comune. Che metterà altri 40mila euro


S. Teresa. Piazza Portosalvo è della Parrocchia

di Andrea Rifatto | 02/11/2013 | ATTUALITÀ

1772 Lettori unici | Commenti 2

I lavori dovrebbero concludersi ai primi di dicembre

Piazza Portosalvo non è di proprietà del Comune ma della Parrocchia. E’ questa la clamorosa novità venuta fuori nei giorni scorsi a Santa Teresa, dove sono in corso i lavori di riqualificazione della piazza progettati dall’Amministrazione comunale su uno spazio che si riteneva fosse pubblico ma che in realtà non lo è. Si era detto che solo la scalinata e la parte superiore della piazza non fossero di proprietà dell’ente comunale: e invece si scopre che tutta l’area è di proprietà della parrocchia S. Maria di Portosalvo, così come risulta dai documenti in possesso degli organi parrocchiali. Sarà stata la frenesia di voler a tutti i costi riqualificare quegli spazi, intervento giudicato da più parti non urgente e superfluo, che non ha permesso agli amministratori della scorsa legislatura di appurare che il Comune non aveva alcuna titolarità sulla piazza Portosalvo, in quanto il terreno su cui nel 1952 venne edificata la nuova chiesa era interamente di proprietà della Parrocchia. Ed infatti i piccoli interventi di abbellimento eseguiti circa 15 anni fa, quando vennero realizzate le aiuole e piantati degli alberi (rimossi nelle scorse settimane non senza polemiche) vennero fatti dalla Parrocchia e non dal Comune. La questione adesso è stata affrontata dal sindaco Cateno De Luca e dal parroco di S. Maria di Portosalvo Padre Roberto Romeo in un incontro tenutosi in municipio nei giorni scorsi, dove è stato stabilito che la Parrocchia cederà la parte sottostante della piazza al Comune, rimanendo proprietaria del sagrato soprastante, che comunque sarà ad uso pubblico per la cittadinanza. “Entro il mese di novembre verrà firmato l’atto di cessione – ha dichiarato il sindaco De Luca -: abbiamo dovuto integrare le somme già previste per l’intervento di riqualificazione perché mancava la copertura finanziaria per rifare l’impianto di illuminazione e per sistemare anche la parte superiore della piazza”. In sostanza serviranno in totale circa 40mila per poter completare i lavori, di cui 13mila per la parte superiore (la variante al bilancio per questo stanziamento è stata approvata in consiglio comunale) a cui si aggiungono 5mila euro provenienti dalle casse parrocchiali e il resto per la parte che diverrà di proprietà comunale. Una variante in corso d’opera che pare dunque abbia avuto un unico scopo, come confermato dal primo cittadino: “Non potevamo lasciare la piazza con una parte riqualificata e una parte no: sarebbe stata la classica incompiuta“. E gli interventi sono già in corso: sul sagrato davanti la chiesa è stata realizzata una edicola votiva in cui verrà collocata l'immagine della Madonna di Portosalvo utilizzata per la processione a mare. Opera che ha destato già qualche perplessità tra i fedeli: “Probabilmente sarebbe stato opportuno un intervento meno invasivo, utilizzando una struttura in ferro battuto e vetro o con rivestimento in bronzo – sostiene Carmelo Cutrufello -: il rischio è che si crei un effetto visivo poco gradevole, poiché l'attuale struttura in cemento armato sembra riprodurre la chiesa in piccolo. Inoltre, poiché la costruzione occupa adesso una parte importante del piazzale superiore sarà più difficile per i fedeli partecipare all'uscita dalla chiesa delle coppie degli sposi o del simulacro della Madonna durante le festività”. Noi lanciamo una proposta: si realizzi un montascale o un piccolo montapersone per permettere ai diversamente abili e a coloro che hanno difficoltà motorie di raggiungere la chiesa senza ostacoli, come avviene nelle altre parrocchie cittadine. I lavori, iniziati dopo due anni di lungaggini burocratiche, dovrebbero concludersi ai primi di dicembre, a meno di nuove sorprese…

 

Alcune foto dei lavori, tratte dal sito internet della parrocchia S. Maria di Portosalvo

 

 

Più informazioni: piazza portosalvo  


COMMENTI

Pippo Sturiale | il 02/11/2013 alle 17:10:36

La revisione della spesa non vale quando di mezzo c'è la Chiesa! Quanti soldi spesi male! ... certamente era meglio eliminare le barriere architettoniche, ma si sa si devono fare "mausolei" a futura memoria .... e prendere voti, tutti, passato, presente e futuro.

Giona | il 18/11/2013 alle 10:57:39

E in dei conti cosa ci vuole per installare un montascale? Almeno una buona azione..... http://www.preventivando.it/preventivi/edilizia-casa/installazioni-per-disabili-19/montascale-142.html

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.