Martedì 13 Novembre 2018
Partecipazione a un bando del Ministero per realizzare quattro attraversamenti


S. Teresa, semafori sul lungomare per i non vedenti: il progetto del Comune

di Andrea Rifatto | 07/11/2018 | ATTUALITÀ

347 Lettori unici

L'incrocio tra lungomare e via Torrente Portosalvo

Aumentare la sicurezza dei pedoni sul lungomare, in particolare dei non vedenti. Con questo obiettivo l’Amministrazione comunale di S. Teresa di Riva sta partecipando a un bando del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con un progetto che prevede la realizzazione di attraversamenti semaforizzati sulla litoranea. L’occasione è stata offerta dall’iniziativa promossa dalla Direzione generale per la Sicurezza stradale del Mit, che prevede l’assegnazione di finanziamenti (fino a un massimo di 30mila per i Comuni fino a 60mila abitanti, categoria in cui rientra S. Teresa) per la realizzazione di attraversamenti con semafori adeguati alle esigenze dei non vedenti. L’Amministrazione del sindaco Danilo Lo Giudice ha quindi approvato un progetto esecutivo da 60mila euro, redatto dal dirigente dell’Ufficio tecnico comunale, il geometra Francesco Pagano, che in caso di esito positivo dell’istanza verrà cofinanziato per il 50%, ossia con 30mila euro, con fondi del bilancio comunale. Quattro gli attraversamenti semaforizzati previsti nell’elaborato: due sul lungomare Giovanni Falcone, a Barracca all’altezza di via Franca (in corrispondenza della piazzetta Galassiopea) e all’incrocio con via Torrente Portosalvo, mentre altri due sul lungomare Paolo Borsellino all'altezza delle piazze Municipio al centro e Marina Militare Italiana a Bucalo, in zone  particolarmente pericolose per persone affette da disabilità visiva. Gli attraversamenti saranno dotati di segnalazioni acustiche, pavimentazione e percorso tattile che permetta al disabile visivo di riconoscere il luogo dove poter transitare in sicurezza.

Il bando ha a disposizione 595mila euro per tutta Italia, da ripartire tra i progetti ritenuti idonei ed utilmente collocati in graduatoria ed entro i limiti massimi di finanziabilità previsti: le proposte verranno valutate dalla commissione e otterranno dei punteggi in base a specificità e finalità della scelta allocativa degli impianti; pericolosità degli attraversamenti risultante da dati di incidentalità pregressa; soddisfacimento di richieste da parte di associazioni di categoria riconosciute; interventi che consentono il collegamento assistito senza interruzioni in punti di accesso alle infrastrutture per la mobilità (stazioni, fermate mezzi pubblici) e in luoghi pubblici o privati destinati a servizi di utilità sociale; valore percentuale del cofinanziamento. Soluzioni che se saranno finanziate permetteranno maggiore salvaguardia della pubblica incolumità e consentirano di rendere più sicura la circolazione stradale sul lungomare santateresino, dove spesso attraversare rappresenta una difficile impresa. Responsabile unico del procedimento per il Comune è l’ispettore capo della Polizia municipale Domenico Centorrino.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.