Domenica 25 Agosto 2019
Completati i lavori alla Primaria. Toccherà poi all'asilo nido e alla palestra dei licei


S. Teresa. Taglio del nastro in tre strutture scolastiche: si parte con Barracca

di Andrea Rifatto | 19/12/2016 | ATTUALITÀ

1798 Lettori unici

Il plesso scolastico di Barracca

Taglio del nastro in tre plessi scolastici di S. Teresa di Riva tra fine anno e le prime settimane di gennaio. L’Amministrazione comunale renderà fruibili tre strutture rimesse a nuovo negli ultimi dodici mesi con diverse tipologie di interventi. La prima inaugurazione è stata fissata per mercoledì 21, quando riaprirà la scuola primaria e dell’infanzia del quartiere Barracca, chiusa da sei mesi, dove sono stati completati i lavori ristrutturazione e messa in sicurezza avviati a giugno, per una spesa complessiva di 130mila euro. Il progetto è stato finanziato nel dicembre 2013 con 80mila euro provenienti dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e 50mila con fondi comunali, in seguito alla partecipazione della precedente amministrazione a un programma straordinario del Cipe riservato al patrimonio scolastico, e ha previsto il rifacimento degli impianti, dei servizi igienici, delle pavimentazioni e del prospetto esterno. Da gennaio gli studenti di Barracca, che in questi mesi si sono spostati per le lezioni nei plessi di via Cicala (Infanzia) e Cantidati (Primaria), avranno così una struttura più adeguata, sicura e accogliente.

Slitta invece a gennaio il taglio del nastro dell’asilo nido e della palestra dei licei Classico e Scientifico. Nel primo caso i lavori, finanziati con 526mila euro dell’assessorato regionale della Famiglia e 48mila di cofinanziamento comunale in seguito alla partecipazione a un bando europeo nel 2009, sono stati completati da un mese e nei giorni scorsi è giunto in municipio il via libera dalla Prefettura per l’intitolazione del plesso a Maria Montessori, proposta a luglio dall’assessore alla Pubblica Istruzione, Annalisa Miano. Riapertura con il nuovo anno anche per la palestra dell'Istituto superiore “Caminiti-Trimarchi”, chiusa da cinque anni, dopo il completamento della ristrutturazione voluta dall’attuale Amministrazione per ridare agli studenti ma anche a tutta la comunità la possibilità di utilizzare l’impianto. I lavori sono costati complessivamente 367mila euro, somme reperite tramite l’accensione di due mutui. Nei giorni scorsi sono state installate le attrezzature sportive e posizionati gli arredi e si attende adesso solo l’apertura ufficiale.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.