Mercoledì 23 Ottobre 2019
Stamane ruspe in azione. Il primo lotto sarà ultimato entro 120 giorni


S. Teresa di Riva. Al via i lavori per la strada Moira-Massarenti - FOTO

di Gianluca Santisi | 25/07/2014 | ATTUALITÀ

2006 Lettori unici | Commenti 1

Sono iniziati questa mattina a S. Teresa di Riva i lavori di ampliamento della strada di accesso ai complessi edilizi Moira e Massarenti. Per i residenti significa la fine di un incubo: da una quindicina d'anni sono infatti costretti a convivere con una via di accesso estremamente angusta, dalla quale non passano i mezzi di soccorso, nonostante l'onere della realizzazione dell'arteria spettasse ai privati che progettarono l'intervento di lottizzazione. Le opere, progettate dall'ing. Francesco Oliva ed eseguite dalla Crisafulli Lavori di S. Teresa, consisteranno nella demolizione del rudere posto all'angolo con la via Regina Margherita, di un pozzo e di una vasca di raccolta dell'acqua utilizzata per l'irrigazione del terreno retrostante, così da giungere all'ampliamento del primo tratto di strada. I lavori, dell'importo di 78.216,30 euro, da progetto dovrebbero durare quattro mesi ma la ditta che li ha avuti in appalto conta di completarli in un lasso di tempo più breve: le demolizioni saranno completate entro agosto, a settembre saranno realizzate le opere stradali (marciapiedi, sottoservizi, etc.). Il secondo stralcio, ancora in fase di predisposizione, prevede l'ampliamento di un altro tratto di arteria. Nell'ambito dei lavori, si conta di salvaguardare le piante secolari di ulivo che si trovano nel terreno dove sorgerà la strada: rassicurazioni in questo senso sono giunte dall'ufficio tecnico comunale, che ha già programmato di reimpiantarle sul territorio comunale. All'avvio dei lavori era presente, come promesso, il sindaco Cateno De Luca, che ha simbolicamente dato il primo colpo di mazza avviando la demolizione. Accanto a lui il comandante dei Vigili urbani, Diego Mangiò, i tecnici comunali Santino Turiano e Franco Pagano, gli assessori Giovanni Bonfiglio e Annalisa Miano, il presidente del Consiglio, Danilo Lo Giudice, il capogruppo di maggioranza Sandro Triolo e il consigliere comunale Carmelina Cassaniti. L'obiettivo dell'Amministrazione, ma siamo ancora nel campo delle ipotesi, è quello di “allungare” ulteriormente la strada e collegarla con la viabilità già esistente nel quartiere Sparagonà. Intanto, l'importante è che si stia realizzando l'ampliamento del punto di accesso dalla via Regina Margherita. Il progetto, approvato nel luglio 2011, prevedeva la realizzazione di una strada di accesso per un importo complessivo dei lavori pari a € 319.678,71, con copertura finanziaria tramite accensione di mutuo presso la Cassa Depositi e Prestiti, di cui 179.822,50 euro per le procedure di esproprio gravanti sul medesimo mutuo contratto con la CDP. La gara d'appalto era stata bandita nel mese di maggio 2012: sembrava essere arrivato il momento buono ma il sindaco De Luca, una volta vinte le elezioni, bloccò l'esecuzione dei lavori programmati dalla precedente amministrazione. De Luca spiegò che avrebbero comportato lo sforamento del patto di stabilità e che la progettazione andava rivista, chiedendo ai residenti ancora un po' di pazienza. "Oggi abbiamo mantenuto quanto detto allora - ha spiegato De Luca stamane -: stiamo già lavorando per poter avviare anche i lavori del secondo lotto". Nota curiosa: all'interno del rudere che fa angolo con la via Regina Margherita sono conservati documenti storici e antiche pubblicazioni: l'arch. Salvatore Coglitore, storico locale, ha già concordato con la ditta esecutrice di poter accedere prima della demolizione per prelevare la documentazione.

 

Le foto dei lavori

Più informazioni: moira-massarenti  


COMMENTI

Pippo Sturiale | il 25/07/2014 alle 14:46:29

Ma che ci faceva la ruspa, perché questo spreco?! ... è bastato il nostro Sindaco-Maciste, a mani nude, per abbattere il muro ...

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.